Le perle di Stefy, Pisà e Ipnocoppu

May 23, 2005, 1:14 pm

IL TOPIC DELLA SETTIMANA
Autrice: Stefy 76
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?id=1025
Stamattina mentre andavo al lavoro pensavo a questo tema….sarà perché ieri sera ho mangiato più del solito, o perché mi sono addormentata con la storia d’amore di Radio Subasio…però fatto sta che mi sono trovata a riflettere su una delle frasi che sentiamo dire più spesso sia nei films che nelle canzoni: TI AMERO’ PER SEMPRE.
Più che altro è quel “per sempre” che stona un po’…riallacciandomi al discorso del tempo (allegro messaggio che  Franz aveva pubblicato 1 po’ di tempo fa per ricordarci il count down previsto per il test da moderatrice), non posso fare altro che pensare che …. niente è per sempre, neanche il diamante della De Beers….perché anche se il carbonio cristallizzato rimane, tu maturi, invecchi muori, e alla fine dovrai pur cederlo a qualcuno….
Lo so che sembra brutto  dire che l’amore eterno non esiste, che magari qualcuno è un’inguaribile romantico,e che inevitabilmente non sarà d’accordo con queste considerazioni, ma direi che, a 28 anni suonati, sono giunta ad una conclusione. E non è una  constatazione che deriva da chissà quale esperienza fatta o da quale torto subito…è solamente una convinzione che discende dall’analisi empirica delle situazioni.
Io direi,…..ti amerò, ma non per sempre….. a volte ti sopporterò ed ingoierò il rospo, a volte ti odierò e non ti parlerò per giorni interi, nel tempo imparerò a volerti bene, però non mi chiedere di dirti che ti amerò per sempre, perché sarei ipocrita se ti dicessi che è vero.
Non fraintendetemi….
Tutti siamo alla ricerca di qualcosa e tutti noi non siamo niente se non abbiamo qualcuno che ci stia accanto. Perché è inutile dirlo, quando non abbiamo vicino una persona che ci fa sentire importanti non riusciamo ad essere completi, o almeno questo è quello che penso io.
Però purtroppo quel qualcosa che ci manca e senza  non è per sempre, tutto ha una scadenza, il cambiamento è nella nostra natura, e con il trascorrere dei giorni cambieremo inevitabilmente.
E allora perché ipotecare il futuro con una frase che ci condanna inevitabilmente alla constatazione della disfatta?
Molto più onesto dire: Ti amo, ora. Ma non ti amerò per sempre.

Buona fortuna a tutti, anche agli inguaribili romantici!!!

Stefy

Complimenti!

IL POST DELLA SETTIMANA
Autore: Pisà
“Questo è quello che penso. E’ ovvio che dire ti amo dopo una settimana non ha senso perché lì penso che sia ancora l’innamoramento a confondere le idee . Se detto con un po’ di cognizione di causa penso proprio che non abbia alcun senso differenziare “ti amo” dal “ti amerò per sempre” perché come dice Franz è più una comunicazione di intenti, sinceri.
Viviamo sulla terra, e tutti facciamo i conti con la realtà. Dire “ti amo” o “ti amerò per sempre” non è ipocrisia, è una scelta, un impegno che si vorrebbe mantenere. L’amore non si alimenta da solo come l’innamoramento iniziale. L’amore su questa terra non può che essere una scelta consapevole. Ognuno può decidere se farla o meno ma per mantenerla occorre essere in due. Amare una persona implica mettersi in gioco ed in discussione, oggi e domani, e questo deve avvenire da entrambe le parti. E’ ovvio che a monte di tutto deve esserci una certa affinità, non è che uno ama a comando.
L’insuccesso non è dovuto alla tanto temuta ipocrisia. Dipende probabilmente da chi ha fatto quella scelta in modo non consapevole e piuttosto che mettersi in gioco, col tempo, preferisce cambiare treno, continuando a confondere l’amore con uno stato di comodo momentaneo per il quale non si sente di ipotecare il futuro. A questo punto dire “ti amo” o “ti amerò per sempre” ha poca importanza, se non si è disposti ad amare domani non si sta amando neanche oggi.

Ma errori di valutazione sono possibili. Del resto stiamo vivendo tutti per la prima volta”

L’UTENTE DELLA SETTIMANA: Ipnocoppu
Letteralmente scatenato. Presente in un po’ tutte le sezioni lancia un topic interessantissimo sulla decadenza del divertimento a Macerata, poi scrive un “romanzo” sul suo viaggio in Spagna e mette in luce le differenze tra Macerata e Caceres. Ora toccherà a lui rielaborare questi argomenti (e i vari concetti emersi in questi topic) per effettuare una vera e propria analisi approfondita sul divertimento. Prossimamente in edicola su cronache maceratesi.

by Matteo Zallocco


maggio: 2005
L M M G V S D
    Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Piscina,agriturismo il Frutteto

gianna e silvia

da Montalto (MC)

Altre foto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 44,880 visite

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: