Archivio per agosto 2005

Riaprono i seggi

August 30, 2005, 7:13 pm

L’interattività è e deve continuare ad essere la forza del blog, oltre che del forum. Con questo obiettivo la più frequentata comunità maceratese online torna ad eleggere i personaggi del mese nella nostra città, in Italia, nel mondo e nello sport. Per continuare a crescere tutti insieme.
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?id=1266

Rieccoci qua! L’estate è finita e si torna a votare. Durante le vacanze CM ha rallentato il ritmo e per questo avevamo deciso di unire i personaggi del mese di luglio e di agosto.
Terza tornata elettorale dunque dopo le vittorie di Leopardi, Gassmann, Spike Lee-Pin Floyd e Rossi dello scorso mese.

Ecco l’elenco completo delle nomination (come nel mese scorso vengono ripescati i personaggi votati ma non vincitori del mese precedente e non quelli già ripescati).

A MACERATA – Fiorello; Fulvio Esposito; Costantino Vitagliano; Giovanni Allevi e Keith Jarrett; Simona Castellani; Zana Spaho, Francesco Cittadini; Stefano Fabbroni; Maurizio Mattei; Mario Sbriccoli; Alessandra Pierini; Alessandra Flagiello; Cicinho; Peppino e Sandro Di Bartolomeo; Lorenzo Bernardi; Sandro Emiliozzi e Marco Marinozzi; Michele Paoloni; Giancarlo Giulietti; Enrico Obletter e Daniela Castellani; Francesco Ciccarelli; Eleonora Ciaralli. Ripescati: Pasqualina Pezzola; Giulio Silenzi; Giampaolo Muzio; Amalia Cuccioletti; Nicla Genova; Serafini-Monceri; Piero Cesanelli; Ivano Fossati; Stefano Mucci.

IN ITALIA – Sebastiano Spadaro; Maurizio Maggiani; Leonardo Manera; Salvo Ficarra; Benedetta Ciaccia; Giorgio Gaber; don Gianfranco Sebastiani; Claudio Trezzani; Maurizio Cozzoli; Stefano Tacconi; Paolo Bonolis; Max Pezzali; Alfiero Battisti; Stefania Sandrelli; Benedetta D’Arrigo; Lucia Servadio; Emiliano e Francesca Merlo; Susanna Ferriccioni; Enzo Baldoni; Toni Scarmato; Ambrogio Fogar. Ripescati: Nicola Calipari; Stefania Vanini; Umberto Veronesi; Valeria Moriconi; Joseph Ratzinger; Simone Cristicchi; Rodolfo Zecchini.

NEL MONDO – Steven Spielberg; Tony Blair; Alexander Chadwick; Ian Blair; Chris Cleave; Arnold Schwarzenegger; Michael Pickens; William Westmoreland; Lia e il suo Haramlik; Ayattu Nure; Ivonne Sciò e Naomi Campbell;  Michaelle Jean; Roman Abramovich; Eileen Marie Collins; Daryl Atkins; Julia Roberts; Agrawal, Kayar e Safena; Serghiei Krikaliov; Cindy Sheehan; Anthony Hopkins; Piano-Man; Brian Haw. Ripescati: Jack Kilby; Bob Geldof; Suor Irina Marcica; Avi Beiber; Al Maneh-Al Zalfa; Marcus Wesson, Clarke Gable.

NELLO SPORT – Christian Vieri; Anna De Toni; Michael Rasmussen; Dario Frigo; Vittorio Innocente; Tiger Woods; Paul Gascoigne; Stefano Olivari; Filippo Magnini; Andrè Agassi; Lance Armstrong; Olimpiada Ivanova; Kenenisa Bekele; Rashid Ramzi; Yelena Isinbayeva; Benjamin Limo; Roberto Benigni; Flavio Roma; Tatiana Lebedeva; Samuela De Nardi; Alex Zanardi. Ripescati: Gianfranco Zola; Tim Duncan; Pierluigi Collina; Asafa Powell; Vinci, Farina, Serra-Zanetti; Gianfranco Rosi.

Ora tocca a voi, ci piacerebbe sapere quali sono i personaggi e le storie (positive e negative che siano) che vi sono piaciute di più.
Li trovate tutti qua: http://www.secondopiero.com/cronachemac … .php?cat=4

Potete votare al massimo il primo, secondo e terzo di ogni categoria. I candidati riceveranno rispettivamente 3, 2 e 1 punto.
Le urne chiudono venerdì 9 settembre alle 13.

Buon divertimento!

by Matteo Zallocco

Viaggio nelle Marche

August 29, 2005, 7:49 pm

A MACERATA – Eleonora Ciaralli
Ancona, Ascoli, Fermo, Macerata, Pesaro. Ma anche Campofilone, Matelica, la sua Porto Recanati, Serravalle, Tolentino, Treia, Recanati e tanti altri gioielli nostrani. Il suo “Viaggio nelle Marche” è un blog che parla di arte ed enogastromia, di sagre e spettacoli, di musica, attualità e altro ancora. Ma soprattutto è un blog che fa conoscere le bellezze della nostra regione. La sua “vacanza spettacolo” tra teatro-cinema-lirica “è la dimostrazione di come si può passare serenamente quattro giorni nelle Marche d’estate, senza per forza doversi andare ad arrostire al mare”. Il suo sito è la dimostrazione che nelle Marche non mancano le cose da fare. Basta sapercelo.

http://www.lemarche.splinder.com/

IN ITALIA – Ambrogio Fogar
Il 24 agosto è morto il protagonista di una storia di vitalità, coraggio e sofferenza.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/08_Agosto/24/fog
ar.shtml

Avevamo già parlato di lui in quest’occasione:
https://cronachemaceratesi.wordpress.com/2005/06/22/il-filo-di-arianna/
Peccato non abbia potuto provare.

NEL MONDO – Brian Haw
La nuova legge fatta apposta per lui, per cacciarlo da lì, non è bastata. Brian Haw può stare ancora lì, davanti al Parlamento britannico. Ogni giorno e ogni notte da 1543 giorni, 4 anni di fila. Brian Haw ha 57 anni e 7 figli, è un ex-falegname dell’Essex e da qquattro anni è accampato lì a protestare contro la guerra e il governo Blair con striscioi e megafono. Per farlo andar via è stata fatta una legge su misura. Ma Brian a fine luglio è ricorso all’Alta Corte che gli ha dato ragione: la legge vale per chiunque ma non per lui, poiché la sua protesta non deve ancora iniziare ma è già iniziata, ben 4 anni fa (allora contestava le senzioni all’Iraq). La legge, in altre parole, non può essere retroattiva. Un trionfo.

NELLO SPORT – Alex Zanardi
Quattro anni fa il drammatico incidente e l’amputazione delle gambe. Ora, a 38 anni, è tornato a correre e domenica scorsa, sulla pista tedesca di Oschersleben, ha realizzato un’impresa straordinaria: al volante della Bmw 320 i, ha trionfato nella prova del mondiale Turismo. Una prodezza stupefacente: con due protesi al posto degli arti inferiori, Alessandro è stato il più bravo. Un’altra storia di grande coraggio.

by Matteo Zallocco

Comunicazione di servizio

August 29, 2005, 7:33 pm

Ragazzi scusate se in questi giorni CM sta procedendo un po’ lentamente, ma quando il computer ti tradisce purtroppo non c’è niente da fare. Per quello che posso sto cercando di aggiornare il blog dal lavoro, ma non è facile. Presto riprenderemo con la consueta velocità e periodicità. Intanto stanno per partire le votazioni per “il personaggio dell’estate”. Preparatevi! ;)


by Matteo Zallocco

Speedy birthday to you

August 25, 2005, 12:01 am

Image

I due giovani nella foto hanno celebrato le loro nozze in un McDrive qualche giorno fa. Ve la immaginate una coppia di maceratesi che celebra le nozze nel fast food di Civitanova Marche? O due che decidono di festeggiare altre ricorrenze come un anniversario di matrimonio? Negli USA dove il fast food è nato e si è affermato esistono già dei precedenti.

No, matrimoni, comunioni e cresime magari no, si è ancora legati alla tradizione, ma anche nel maceratese si sta affermando l’abitudine di festeggiare il compleanno al fast food.
Quando non era ancora aperto il McDonald’s in Ancona, c’erano genitori disposti a macinare parecchi chilometri per accompagnare i figli ad un compleanno a Civitanova Marche e magari concludere la serata con un Happy Meal tra i denti. Potenza della pubblicità rivolta ai bambini e del forte richiamo dei gadgets in omaggio.

Ma torniamo al compleanno da McDonald’s. A Civitanova Marche come in tutti gli altri fast food, il cerimoniale è lo stesso. E dal sito aziendale si fa notare che “Per il compleanno di tuo figlio, pensa che bella festa da McDonald’s! Immagina un’atmosfera di luci brillanti, voci festose, la compagnia degli amici di McDonald’s a sua disposizione… e tante cose buone tutte da gustare! Un ambiente allegro e divertente, un’organizzazione impeccabile, ma soprattutto i nostri Happy Meal: la festa sarà indimenticabile!.”

In realtà ecco la telecronaca di un compleanno qualsiasi:

-Arrivo del festeggiato(a) e degli amici.

-Parcheggio in una area tra i tavolini del locale dove nel frattempo arrivano altri clienti. Non penserete mica che il locale chiuda per il festeggiato?

-Passano pochi minuti e arriva l’hostess che prende gli ordini.

-Arrivo di patatine fritte, maionese, ketchup, toast, coca cola annacquata e gli immancabili gadgets. Si scartano i regali addentando hamburgers.

Il tempo passa veloce, mezz’ora…un’ora, poi allo scoccare dei 90 minuti, FINE.

Per regolamento infatti un compleanno al McDonald’s dura quanto una partita di pallone: esattamente novanta minuti. Qui tutto va veloce, anche il compleanno è fast non solo il food. E si arriva così alla situazione in cui nello stesso pomeriggio nel locale si svolgono due compleanni in serie: Preferisci l’intervallo 16.00-17.30? o dalle 18.00-19.30?

Buon Compleanno!

Anzi no! Speedy birthday to you!

by giovi

Voce Aperta, la cometa numero mille e… Piano Man

August 24, 2005, 11:11 am

A MACERATA – Francesco Ciccarelli

Tanta passione e voglia di fare. E’ la ricetta dell’Associazione “Voce Aperta” di cui Francesco è presidente e che ha come fiore all’occhiello l’omonimo mensile nato da qualche mese, e di cui da fine luglio Cronache Maceratesi ospita la versione online, dando la possibilità di inserire i propri commenti sugli articoli di “Voce Aperta”.
Quella di Francesco Ciccarelli è una delle tante Associazioni di volontariato presenti nella nostra città. In questo a Macerata siamo davvero grandi, ce ne sono tanti e per tutti i gusti. Tante possibilità di crescita comune e di condivisione della vita sociale. “Voce Aperta” è un mensile no profit che dà anche la possibilità di scrivere e di dire la loro a tanti giovani. Cronache Maceratesi è felice di dare il suo contrbuto online. Per crescere insieme. Appunto.

IN ITALIA – Toni Scarmato

Di professione è insegnante di matematica e fisica alle superiori. Ma nel tempo libero Toni Scarmato, 41 anni, residente a San Costantino di Briatico (in Calabria, 15 km da Tropea) è un cacciatore di comete di fama internazionale. In questi giorni, con un comunicato ufficiale sui siti Nasa ed Esa (le agenzie spaziali americana ed europea) Toni Scarmato è stato proclamato il più famoso acchiappa-comete del mondo poiché è riuscito nell’impresa di catturare la millesima cometa vista attraverso il satellite artificiale Soho, in orbita intorno al Sole da 10 anni.
Originale il modo in cui ha catturato la comete numero mille (che ha chiamato appunto Soho): il professor Scarmato, che pure eccelle nelle osservazioni al telescopio, per scoprire le comete non va di notte in terrazza, ma si collega al sito in cui si vedono i dintorni del Sole inquadrati dagli occhi elettronici di Soho.

NEL MONDO – Piano Man

Fine di una leggenda appena sbocciata. Una storia che aveva appassionato (lasciando comunque molti dubbi) anche il nostro forum.
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?id=1017

Molti di voi oggi avranno sentito questa incredibile storia visto che l’hanno riportata tutti i giornali e i tg.

di Roberto Baldini
Questa è la storia di un pianista che non esiste. Suona da dio, incanta, strabilia. Ma non parla. Non ricorda. Nessuno sa chi sia, da dove venga, che cosa lo abbia fatto comparire in una notte di primavera su un’isola inglese, vestito da concerto, bagnato come un pulcino, il terrore scolpito sul volto.
E il mistero si è infittito quando l’uomo venuto dal nulla si è seduto davanti a un pianoforte e ha lasciato tutti di sasso.
E’ una storia che comincia in una notte buia e tempestosa, come ogni mistero che si rispetti. Lui, il protagonista, appare all’improvviso il 7 aprile scorso, davanti ai fari della polizia, su una strada spazzata dal vento vicino alla spiaggia dell’isola di Sheppey, nel Kent, una delle più conosciute aree balneari dell’Inghilterra. E’ sui 25-30. Indossa giacca e pantaloni neri, camicia bianca, cravatta scura. Elegantissimo, e fradicio.
Gli chiedono chi sia, da dove venga. E’ caduto in mare? E’ ubriaco? E’ un naufrago? E’ stato gettato fuoribordo da una nave? Parli, maledizione.
Silenzio. Non una parola. Solo panico di fronte alle torce degli agenti. Lo portano al pronto soccorso della città di Gillingham, e la scena si ripete.
Silenzio assoluto, brividi di paura a ogni faccia nuova. A volte si raggomitola su se stesso come un contorsionista, altre fugge a nascondersi in un angolo. Ci provano per ore, medici e infermieri, poi si arrendono.
Qualcuno però ha un’idea. Lo lasciano solo in una stanza con un lapis e un foglio bianco. Tornano un’ora dopo e il foglio non è più bianco. C’è un disegno, ben fatto, con ombre e sfumature, di un pianoforte a coda. E’ una traccia, la prima. Il caso vuole che nella cappella dell’ospedale ci sia per l’appunto un bel pianoforte. «Andiamo» suggerisce uno psichiatra. E nella cappella avviene la trasfigurazione dello «smemorato». Niente più paura, niente più tremori. Si siede e comincia a suonare, si libra come un angelo nella sua musica, sembra riafferrare per un attimo un’umanità perduta, come Adrien Brody di fronte all’ufficiale nazista nel «Pianista» di Polansky, come il David Helfgott di «Shine», come la leggenda di Novecento, il pianista sull’oceano di Baricco e Tornatore. Intorno a lui medici, infermieri, psichiatri e poliziotti sono a bocca aperta. E da allora, sui giornali di un’Inghilterra sempre più incuriosita e affascinata, l’uomo silenzioso e senza passato diventa «the piano man».
Lui nella cappella continua a tornarci regolarmente, come attratto da una forza invisibile. Suona interi brani del «Lago dei cigni» di Chaikovskij, ma anche composizioni sconosciute, probabilmente sue. «E’ una musica molto naturale, senza una fine e un inizio ben definiti» racconta il cappellano dell’ospedale, Alan Amos. «Forse – riflette – usa la musica come un anestetico: sembra sia il solo sistema con il quale riesce a controllare i suoi nervi e rilassarsi». Sì, e suona per ore, senza fermarsi, suona finché qualcuno non lo strappa via dalla tastiera. E continua a suonare anche nell’ospedale psichiatrico di Dartford, dove l’hanno trasferito non senza essersi prima procurati un bel pianoforte a coda. Ma ancora non parla, ed è
passato più di un mese.
I servizi sociali del Kent stanno contattando le orchestre di tutta Europa per capire se qualcuna abbia denunciato la scomparsa di un pianista.
Giornali e tv pubblicano foto e appelli, e i centralini sono intasati da migliaia di segnalazioni di presunti musicisti scomparsi. Oltretutto c’è chi ha dei dubbi sull’ipotesi del concertista professionista: «Per me – sostiene Amos, il cappellano – lui suona esclusivamente per il proprio piacere. E io credo che quei vestiti eleganti non fossero per un concerto, ma per un funerale». Oddio, il funerale di chi? Mistero su mistero. «The piano man» intanto suona, sempre più rilassato. E nessuno sembra ormai avere troppa fretta di risolvere l’enigma. «Ascoltarlo – confessa il direttore dell’ospedale psichiatrico, Ramanah Venkiah – è un vero piacere

“Piano Man”, lo sconosciuto trovato in aprile sulla spiaggia di un’isola del Kent, in costume da bagno e cravatta, non era uno Chopin muto nè un misterioso avventuriero senza memoria: era, ed è, un 21enne tedesco, di famiglia benestante, certo un po’ esaurito – non colpito da nessuna amnesia, e forse molto imbroglione. Dopo quattro mesi di silenzio ha detto la sua verità: “In Baviera, dove stanno i miei, avevo dei problemi: per la mia omosessualità e per altre ragioni. Così me n’ero andato a Parigi, dove ho trovato un lavoro: ma mi hanno licenziato, allora sono venuto qui in Gran Bretagna, e alla fine ho tentato il suicidio in mare. Quando la polizia mi ha trovato, ho preferito starmene zitto, ero troppo sconvolto”.
Piano Man addio. Ma dietro di sè questo fantasma ha lasciato altri interrogativi. E’ davvero l’ultima verità quella che ha raccontato? E come ha fatto in tutto questo tempo, a fingere così bene quello sguardo perduto, l’assenza di ogni ricordo, e soprattutto la vena artistica da genio mascherato? I medici di Dartford pensano di aver finalmente trovato una spiegazione anche per questo: “Abbiamo scoperto che, negli anni scorsi, ha lavorato con dei malati mentali: e che probabilmente ha copiato da loro certi sintomi. Ci ha ingannato tutti, compresi due primari molto esperti”.

NELLO SPORT – Samuela De Nardi

Con il quarto posto ottenuto sul tracciato di Schleiz, Samuela De Nardi in sella all’Aprilia RSV ha conquistato il titolo di campionessa europea velocità classe 1000 cc.La 21enne veneta si è così aggiudicata il primo Campionato europeo femminile nella storia del motociclismo.

by Matteo Zallocco

Lontani ma vicini grazie al forum

August 23, 2005, 10:43 am

IL TOPIC DELLA SETTIMANA
Autore: Dimi
Ascoli in serie A e ora tutti al Del Duca!
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?id=1233
Finalmente il Picchio in A dopo l’era Rozzi.
Da tifosissimo spero che anche questa comunità maceratese al di là del campanilismo (che mai è esistito con Ascoli città e squadra di calcio, quest’ultima poi troppo lontana da quella cittadina, diversamente che con l’Ancona ora relegata a un campionato di C rubato dopo le varie e ripetute ruberie nella massima serie) contribuisca a onorare il calcio marchigiano presentandosi quest’anno copiosamente al Del Duca per tifare una squadra delle Marche che sebbene già quasi condannata alla retrocessione [ era stata progettata per un campionato di B di metà classifica] avrà bisogno (e non solo di quello) del 12esimo uomo in campo.

Ora dite la vostra!!

La gioia per il ripescaggio in A del Picchio entusiasma anche la nostra comunità maceratese e non solo per la possibilità di assistere dal vivo alle gare del campionato più bello del mondo.
Il nuovo utente Dimi ha voluto condividere con noi questa gioia. Lui marchigiano trapiantato in Veneto che “ora si sente di nuovo a casa grazie alla più frequentata comunità maceratese online”.

http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?pid=30976#p30976

“Sapere di poter scambiare due parole con i tuoi compaesani è come tornare a casa tutte le sere”. Scusate se è poco!

I POST DELLA SETTIMANA
Autori: Paola&Frà e Franz&Saby
Ancora emozioni dall’estero…
-Qui ancora Corfu:
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?pid=31726#p31726

Ciao a tutti!!!
Anche se in ritardo di un bel pò di giorni dal nostro rientro da Corfù, voglio laciare anche io un post su questa bellissima vacanza…
In breve voglio ringraziare i miei compagni di viaggio, non solo le mie amicice Gnappetta ed Irene con cui sono stata benissimo,come sempre del resto, ma soprattutto i due ragazzi del gruppo: Matteo e Fabrizio…
Con voi siamo state benissimo e come ha già detto Gnappa abbiamo trovato subito un’ottima intesa…
In quei giorni non solo ho avuto l’occasione di visitare posti magnifici (io un mare così bello non l’avevo mai visto!) ma ho potuto anche conoscere megio persone che credevo totalmente diverse…e ciò che ho scoperto è stata davvero una bella sorpresa!
Porterò sempre con me un bellissimo ricordo di questa vacanza insieme ad una cartella di quasi 500 foto sul mio computer che mi aiuteranno a tenere vivo ogni momento di quei 10 giorni stupendi passati insieme!
Grazie ancora…

Francesca

-Qui Salisburgo:
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?pid=31834#p31834

In un mondo dove tutti puntano ad arrivare in alto, noi siamo scesi in basso, a ben 210 metri sotto terra. wink

Visitare la miniera di sale di Bad Dürrnberg è stata un´esperienza unica!

Ora siamo a Salisburgo, città meravigliosa!

L’UTENTE DELLA SETTIMANA
Matteo Zallocco “Autocitazione aritmetica”: ho superato i 3000 post! :)

LA FOTO DELLA SETTIMANA
Ancora corrispondenza estera con… l’arte di Mariana.
http://www.secondopiero.com/forum/viewtopic.php?pid=31722#p31722

Grazie Mike! Hai visto come domino l’inglese?
Così sarà per me il giorno d’oggi! smile

https://i2.wp.com/img370.imageshack.us/img370/5770/quinelpostoconmiasorella8wc.jpg

Da questa settimana ero intenzionato a partire con una nuova rubrica: “il flop della settimana”, visto che c’erano diversi spunti. Ma alla fine ho deciso di tralasciare (o perlomeno di rimandare) visto che alla fine sarebbero state sempre una o due persone ad essere inserite in questa rubrica. Quella/e persone che hanno iniziato da poco a scrivere con una certa costanza nel forum e che troppo spesso usano un linguaggio poco gradevole, tra la censura e il disgusto. Episodi del genere si sono registrati solo ultimamente in una comunità che da più di un anno ha trovato la sua forza in un gruppo numeroso costituito da tante brave persone. Se questa comunità vorrà continuare a crescere e raggiungere dei risultati ha bisogno di proseguire su questa strada. Invito dunque questo/i utenti a tralasciare insulti e parole sgradevoli e ad usare un linguaggio più idoneo per la credibilità del sito e soprattutto per il rispetto delle altre persone.

by Matteo Zallocco

Macerata sul tetto d’Europa

August 21, 2005, 11:26 pm

A MACERATA – Enrico Obletter e Daniela Castellani

Due nomi per rappresentare una squadra, uno sport, una città. Il robusto e baffuto coach della Fabi Macerata sabato sera ha guidato la sua squadra alla conquista della Coppa dei Campioni. Daniela Castellani è stata giudicata come miglior giocatrice della rassegna. Per Macerata si tratta del quarta vittoria continentale negli ultimi sei anni. Lo scettro torna nella nostra città dopo due anni di vittorie olandesi e conferma Macerata regina indiscussa di questo sport. Una vittoria arrivata nonostante l’assenza del capitano (anche della nazionale) Marta Gambella, lei che da piccola abitava vicino al campo di via Cioci dove è cresciuta ed è diventata grande insieme a questa squadra, e che ora ha preso un anno di pausa per l’imminente nascita del figlio. Quest’anno il campo di via Cioci ha ospitato per la terza volta negli ultimi cinque anni la massima competizione europea. E’ stata una settimana di grandi sfide quella che sabato sera ha premiato le maceratesi. E’ stata una settimana piena di difficoltà in cui le due squadre olandesi sembravano più forti e ad ammetterlo era lo stesso Obletter. “Quest’anno per vincere ci vuole un miracolo”, aveva detto. I miracoli, però, a volte si realizzano. Per chi non lo sapesse Macerata ha una squadra vincente. Una squadra appena salita per la quarta volta sul tetto d’Europa.

IN ITALIA – Enzo Baldoni

E’ già passato un anno. Il 20 agosto 2004 Enzo Baldoni, milanese, 56 anni, giornalista accreditato in Iraq dal settimanale Diario, viene sequestrato in Iraq. Quattro giorni dopo Al Jazeera trasmette un video dell’Esercito islamico dove Baldoni afferma di essere un giornalista italiano e mostra il suo passaporto. I rapitori danno un ultimatum di 48 ore all’Italia per ritirarsi dall’Iraq. Il 26 agosto Enzo Baldoni viene assassinato. Ricordo come fosse ieri quel padre che piangeva suo figlio nella loro casa di Visso. L’11 agosto 2005 sono state trovate le spoglie. Lui, Antonio Baldoni, 84 anni, ha detto che “che in questo lunghissimo anno non si è mai rassegnato all’idea che la salma restasse in Iraq”. Voleva un luogo dove andare per piangere suo figlio. In Iraq rimane il dolore di una nazione intera. E il dolore di tutto il mondo per la guerra.

NEL MONDO – Anthony Hopkins

E’ stato giudicato il più grande attore britannico di tutti i tempi davanti a Laurence Olivier, Sean Connery, Alec Guinness, Michael Caine, Richard Burton, David Jason, Cary Grant e John Mills.
L’Hannibal del “Silenzio degli Innocenti” è indubbiamente il suo perosnaggio più noto. Per quanto mi riguarda lo ricordo grandioso anche in altri bellissimi film come “The Elefant Man”, “Vento di Passioni” e “Amistad”.

NELLO SPORT – Tatiana Lebedeva

Dopo la sconfitta di Christine Arron nei 100 metri, la russa Tatiana Lebedeva, costretta a rinunciare ai mondiali di Helsinki per problemi alla caviglia, vincendo il triplo (14,94 m) anche al meeting di Zurigo, dopo Parigi, Roma e Oslo, è rimasta l’unica atleta in gara per il jackpot da un milione di dollari per chi vince tutte le gare della Golden League. Ora non deve sbagliare le gare di Bruxelles e Berlino.

by Matteo Zallocco


agosto: 2005
L M M G V S D
« Lug   Set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Piscina,agriturismo il Frutteto

gianna e silvia

da Montalto (MC)

Altre foto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 46,547 visite