Archivio per novembre 2005

Promoter del nostro territorio

November 30, 2005, 11:50 pm

Image

A MACERATA – Eleonora Ciaralli

Ancora lei. Questa volta non la citiamo per il suo blog, “Viaggio nelle Marche”, ma per il suo lavoro di promoter. Perché fa conoscere in tutta Italia il nostro territorio, pieno di bellezze e purtroppo spesso poco apprezzato dagli stessi giovani maceratesi. Quei giovani che come qualcuno aveva già detto in passato non perdono occasione di sputare addosso a quello che viene fatto solo perché viene fatto qui. Bè nel nostro piccolo anche Cronache Maceratesi vuole cercare di valorizzare fatti, personaggi e luoghi della nostra provincia. In questi sette mesi abbiamo visto che non è affatto facile riuscire a coinvolgere i giovani nelle tematiche locali, ma ancora non ci arrendiamo se non altro per non disperdere il lavoro fatto finora. E continueremo a dare risalto ad iniziative come quella che ha appena visto protagonista la nostra Lely, padrona di casa dello stand allestito dalle “Terre dell’Infinito” e dalla Provincia di Macerata alla Borsa Nazionale del Turismo scolastico di Genova. Nello stand sono state presentate le offerte culturali dedicate alle scolaresche: Recanati con Leopardi, Camerino con l’Università e i musei, Matelica con il rinnovato museo archeologico. Fra le iniziative maggiormente apprezzate il progetto elaborato dal Lab.Ter per la Provincia di Macerata, presentato in anteprima proprio alla fiera di Genova, consistente in una serie di 10 itinerari tematici, della durata variabile da 1 a 3 giorni, tutte riguardanti le eccellenze artistiche e ambientali del territorio maceratese. Il progetto si correda di un sito internet, collegato al portale della provincia per il turismo (www.portaleturismo.provincia.mc.it), dal quale è possibile conoscere tutti i prezzi per i vari pacchetti oltre che costruire virtualmente il proprio viaggio d’istruzione. E sono subito arrivate risposte convincenti e le prime richieste per le visite d’istruzione nel nostro territorio grazie anche a itinerari speciali studiati ad hoc. Ebbravi i nostri promoter.

by Matteo Zallocco

Annunci

Porto Recanati vs Sambucheto

November 29, 2005, 1:07 am

Come protagonisti dei sette episodi salienti della settimana online ho scelto: Alberto, Riccardo, Eleonora, Andrea, Francesca, Michele e Francesco.

Ecco il Boss e il Dottore!

I magnifici sette. Il meglio si è registrato ad inizio settimana.
1- Temple of Sirynx 21 novembre ore 11:47 Nuove rivelazioni e dibattito sul G8 di Genova. Grazie ad Alberto da Sambucheto.

PREMESSA:
Questo mio topic non vuole avere nessuna natura politica. Non vuole esprimere nessun giudizio sul fatto che la manifestazione durante il G8
sia stata una cosa giusta o sbagliata. Non vuole schierarsi da nessuna parte nè tantomeno tirare fuori fantasmi dall’armadio.
E soprattutto non vuole che sia fonte di litigi tra gli iscritti al sito.

VUOLE semplicemente portare alla luce argomentazioni che, per il solito gioco dei poteri forti, forse sono rimaste nell’ombra.
VUOLE arricchire la coscienza di noi tutti e dare ad ognuno l’opportunità di guardare il fatto da tutti gli angoli possibili.
VUOLE far crescere nel terreno molto fertile della vostra mente il seme del dubbio.

FATTO:
Chi vuole avere la pazienza e ha il tempo per la lettura e l’analisi completa di questo documento, risponda a queste mie domande.

Quelli con le armi convenzionali, con i gradi sulla spalla, che hanno l’avallo della legge, l’addestramento nelle gambe e la rabbia nelle vene,
possono permettersi di fracassare il cranio ad un moribondo con un sasso? Possono, appena compiuto il fatto, imputare il tutto al primo
manifestante che trovano? Soprattutto: per questi individui, è stata fatta giustizia?

Ecco il link, sarebbe opportuno che leggiate tutti i links in esso contenuti, perlomeno quello della manipolazione al corpo:
http://www.piazzacarlogiuliani.org/pill … mp;thold=0

2 – Rick 21 novembre ore 17.45 Il bis del Boss: dopo Francesco da Bilbao il nostro Riccardì riserva un’altra calorosissima e simpatica accoglienza ad un altro suo amico dall’estero, Alberto da Wolfsburg. Ecco qui!

Alba!!!! E’ il BOSS che ti saluta!!!

Anche tu ci manchi! Organizzerò come ho promesso per Giangi (JACK) ed ora anche per te, quando sarete in Italia, un partito’ distruttivo a calcetto e ci fermeremo solo quando non ce la faremo più a muoverci dalla stanchezza!!! OK?!?!

…Cavolo, ho dei flash, scrivendoti queste due righe ripensamdo a quando io, tu, Giangi, Nick e gli altri stavamo a vedè la Juventus a casa di Nick e Giangi oppure davanti alla Play… e devo dire che mi piacerebbe reincontrarti presto… e poi i tuoi mitici insulti scherzosi a me e soprattutto a Sgiusghhh (Guido), sono insostituibili, veramente incredibili!!!

Mi manchi un po’!

p.s. :aiutaci a vincere la classifica su “per chi fa il tifo il sito”. Aggiungi il tuo voto bianconero alla causa!!!

A proposito, sai questa domenica (anche se era sabato, era l’anticipo serale, se non lo sai già te lo dico io, la magica Juve è andata all’Olimpico a dettar legge, contro la Roma… e stavolta gliel’abbiamo fatto noi a Totti SSSSSTTTT, 4, E A CASA…! Risultato finale Roma vs JUVENTUS 1 – 4, incredibbbile ma vero!!!
A segno sono andati:
1) Furia ceca Nedved,
2) Ibrahimovic, con un gol strepitoso che sono certo farà il giro del mondo
3) e 4) se non lui, chi? Visto che segna sempre… e si si, sto parlando di Trezeguet, anzi trezegooooool!!!

Ad Andrea Drudi, poveretto con il quale lavoro al Cityper, l’ho fatto nero, anzi bianconero!!!

Addirittura mi sono inventato una battuta di sana pianta…:

Ho detto a tutti i tifosi della Roma a lavoro che incontravo piano piano:

Io:  Ciao, sai della nuova promozione del Cityper che parte oggi?!?!
No, dicevano ognuno di loro,
ed io: Dai quella del 4+1!!! Se tu compri 1 bottiglia di acqua Fiuggi, (il nuovo sponsor della Roma e che era scritto per la prima volta sulle divisa giallorossa) hai diritto a prendere 4 mele in omaggio, basta che possiedi la Romaclub… smile smile smile

E’ stato per me esilarante e per i giallorossi un po’ meno!!! big_smile big_smilebig_smile

Come si dice in questi casi: sfortuna tua, fortuna mia!!! smile

Vota! Mi raccomando!!!

A PRESTO BESTIO’!!! lol

3- Lely 21 novembre ore 20.14 Anticipa Andrea, Mariana e Paula in uno dei tre bellissimi racconti su… …Porto Recanati.

Ecco qua :
http://www.lemarche.splinder.com/post/6359088#comment
dedicato a voi e alla “mia” Porto Recanati!

4- Andrea 22 novembre ore 17.04 Altro tema importante. L’aborto.

Il segretario dell’UDC, l’On. Cesa ha presentato in sede di commissione per gli affari istituzionali la proposta di istituire una commissione parlamentare per verificare lo stato di attuazione della Legge 194 meglio nota come la legge che regolamenta il diritto all’aborto. Il segretario dell’UDC tiene a sottolineare che la proposta rientra nel programma del partito fin dall’inizio della legislatura. Eppure la proposta ha suscitato fin da subito un acceso dibattito sia tra le forze di maggioranza che di opposizione. Ciascuno con le proprie motivazioni e in modo trasversale, ha tracciato una linea di demarcazione che contrappone a chi è sostanzialmente favorevole all’istituzione della commissione, un fronte in difesa della legge e restio ad ogni tentativo di cambiarla.
I sostenitori della commissione parlamentare lamentano a loro modo di vedere, che i principi della legge sono stati completamente disattesi sia nella forma che nella sostanza. In particolare l’attenzione si concentra sui strumenti e sulla loro applicazione, utili per la prevenzione dell’aborto. Vero nodo del contendere, chi si oppone alla prospettiva della commissione, almeno nelle frange politiche meno estremiste, pur riconoscendo una certa anomalia nell’applicazione della legge, obietta l’utilità di uno strumento così impegnativo quando invece può essere più che sufficiente un  percorso più snello e meno istituzionale come una ricerca finalizzata allo scopo e realizzata mediante supporti tecnico-scientifici esistenti e preposti all’uopo.
Anche la Chiesa, come era lecito aspettarsi, attraverso il suo quotidiano di riferimento l’”Osservatore Romano” riprende in prima pagina l’argomento lamentando la scarsa applicazione del principio di prevenzione dell’aborto ed individuando nei consultori “dispensatori di certificati di aborto”.
Su La7 Giuliano Ferrara in un dibattito relativo all’argomento del giorno, cerca inutilmente di trascinare il noto medico e ricercatore, emigrato negli U.S.A., Dott. Marino nell’affermazione che oggi esiste una sensibilità diversa verso il concetto dell’aborto rispetto ai trent’anni fa dei tempi del referendum, e che tale sensibilità nobilita e da diritto alle pretese di chi chiede a gran voce una revisione della legge 194. Il Luminare abilmente ha schivato la trappola definendo il progresso tecnico e scientifico nel campo della diagnostica e della cura, meraviglioso.
Il presidente della C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana) Cardinale Camillo Ruini, in una intervista di qualche giorno fa, affermava la necessità di volontari anti-aborto presso i consultori previsti dal S.S.N., uno strumento utile a suo modesto parere, a rendere più efficace la Legge 194.
Tutto il variegato mondo politico dell’ex panorama cattolico e non, ha reagito in ordine sparso alla insolita proposta. L’UDC plaude la proposta mentre altri settori della maggioranza quali F.I. e A.N. condividono comunque la necessità di una maggiore coscienza del fenomeno pur non nei termini proposti dal Cardinale. Dall’altra parte D.L. non comprende l’urgenza della questione mentre invece esponenti di Rifondazione, Verdi e Comunisti Italiani oppongono un secco rifiuto ad un qualsivoglia dibattito in merito alla legge194.
Ma perché una proposta del genere in un momento come quello di fine legislatura dove le priorità sono e devono essere altre? Che la Chiesa ponga il problema dal suo punto di vista di totale rifiuto della pratica dell’aborto oltre che legittimo appare fin troppo scontato. Ma una commissione parlamentare visti i tempi a disposizione oltre ad essere un inutile spreco di energie e tempo altrimenti utilizzabile, appare comunque una soluzione eccessiva per una legge che comunque ha avuto il pregio di eliminare o almeno ridurre drasticamente il ricorso all’aborto clandestino, causa di tante tragedie e menomazioni.
Era prevedibile che il passo successivo al fallimento dei referendum sulla procreazione assistita sarebbe stato la richiesta della revisione della legge sull’aborto. Al di là delle dichiarazioni di rito, si intuisce che la partita è solo all’inizio. Oggi nonostante un ricorso sempre più diffuso a tecniche di contraccezione, persiste un sensibile ricorso alla tecnica dolorosa dell’aborto. Introdurre volontari anti-abortisti nei consultori vuol dire allontanare chi intende ricorre legalmente all’aborto, ma che magari non è psicologicamente pronto ad affrontare con serenità un argomento così angosciante e doloroso. L’alternativa per queste persone qual è? Sicuramente optare per il “rassicurante” e discreto aborto clandestino.
Scelte così umanamente tormentate andrebbero fatte con l’ausilio di persone preparate, e sicuramente il requisito minimo che deve essere necessario in tali casi deve essere quello dell’assoluta serenità e oggettività di coloro che devono essere di ausilio di fronte al dramma di una scelta pesante e difficile da ponderare.
L’argomento su cui un po’ tutti sono d’accordo è comunque quello di ribadire la validità del concetto della prevenzione tra i principi ispiratori della Legge 194.
Non si capisce che tipo di prevenzione è da intendersi per l’autorevole quotidiano l’”Osservatore Romano”, se non quella dell’astinenza completa da rapporti sessuali se non preposti per la procreazione in caso di regolare coppia coniugata. A questo scenario bucolico da famiglia “Mulino Bianco” si contrappone però una realtà ben più lacerante e contraddittoria. L’età dei primi rapporti sessuali diminuisce sensibilmente rispetto all’età media di una generazione precedente ma in compenso l’ignoranza diffusa e la disinformazione rimane sostanzialmente elevata. Paradossale ma la cultura dominante ci “insegna” che dobbiamo farlo a tutti i costi, magari al primo appuntamento, per essere glamour, ma non ci dice “come” dobbiamo farlo. Avete mai visto un film con la scena clou, dove il protagonista si prende i “suoi” secondi per infilarsi il preservativo?
Se si analizza i dati di accesso alla pratica dell’aborto si capisce che le categorie più significative sono le extracomunitarie con tenore e qualità della vita decisamente basso, e le adolescenti alle prime esperienze amorose. Ambedue sono categorie che per un motivo o un altro sono “deboli” e facilmente condizionabili. Ecco il perché del tentativo di introdurre volontari nei consultori. Avrebbero comunque vita facile nell’adempiere al loro compito di moral suasion.
Tutte le donne che hanno fatto ricorso alla pratica dell’aborto oltre che portare segni visibili del trauma, coltivano problematiche psicologiche legate al concetto di autostima che inducono a pensare che un’alternativa è sempre preferibile. Forse è questo il punto di partenza di qualsiasi dibattito.
Seguendo il filo logico del ragionamento si torna per forza al punto dolente della prevenzione. Un approccio serio alla prevenzione presuppone informazione e strumenti a disposizione da utilizzare alla bisogna. Oltre ad una peculiare e completa campagna di sensibilizzazione devono esserci metodi accessibili e facilmente individuabili.
Chiunque deve essere messo nelle condizioni di poter scegliere e decidere serenamente e in piena consapevolezza ed autonomia ogni momento importante della propria vita. Solo così, almeno per quanto riguarda la piena autodeterminazione nel comportamento “sessuale”, si riuscirebbe ad ottenere la piena applicazione della ratio legis della 194 che se interpretata nel suo concetto esteso non è assolutamente una legge “abortista”, anzi.

5- Franci 22 novembre ore 19.54 Grazie ad una sua amica può arricchire il suo trattato al femminile con due nuove categorie… Ecco qua!

Allora…
Eccoci qua..
Come promesso ecco 2 nuove categorie, e come precedentemente affermato, in questo caso la sottoscritta si limita ad inserirne il contenuto, non avendo quindi NÉ LA RESPONSABILITÀ, NÉ IL MERITO, della loro stesura.

Buona lettura..e tenetevi forte.. wink
Sono un po’ lunghetti ma ne vale la pena.

(io però nel frattempo mi impegno a buttare giù due righe sulla categoria “Bastò”:sarebbe il primo utente del forum ad essere inserito nel trattato! wink

A presto!

WINNIE the POOH

Dicesi l’uomo più dolce sulla faccia della terra, si nasconde dietro una  ritrosia tipica del pupazzo di pezza che ha accompagnato le tue notti dall’asilo fino alle elementari. Non osa giammai roboanti dichiarazioni ed è capace di aspettare fino al giorno prima dei tuoi sponsali (naturalmente con un altro) per dirti che è innamorato pazzo di te, da quando facevate insieme le elementari dalle suore, nonostante il piccolo e  trascurabile particolare che  siete stati compagni di scuola in tutti gli ordini e  gradi fino all’università.
Ti guarda con l’occhietto triste rassegnato, aspettando mentre tu gli racconti le tue “torride” notti con un tipo incontrato in vacanza. Le uniche frasi che escono dalla sua boccuccia sono <<ehm…>>, e << sono d’accordo con te….>>, nonostante sosteniate che la terra è piatta ed è evidente che il sole le gira intorno.
Se sperate di ricevere da lui un qualche tipo di incoraggiamento, arrendetevi! I vostri capelli diverranno bianchi, e le vostre ceneri saranno disperse dal vento dei secoli quando lui si deciderà a fare la prima mossa. Inoltre se stanche di attendere la fatidica presa di posizione del tenero orsacchiotto, anche detto “strapazzami di coccole”, e decidete di fargli arrivare messaggi trasversali sulle vostre intenzioni, non avrete alcun tipo di soddisfazione, capirà  prima sua nonna, che per inciso vive in Olanda e non vede mai, piuttosto che il soggetto in questione. Questo non gli impedirà di mandarvi trecento messaggi giornalieri, per augurarvi  buon giorno, buona notte, buon pranzo, buona digestione.
Lasciare un  WP  è un’impresa altrettanto ardua, come riuscire a combinarci qualcosa. Come si fa  ad uccidere Bambi? Vi  guarderà con gli occhi “sognosi”, e quando gli darete la brutta novella, perché un WP non vi lascerà mai, sarà come se gli annunziaste la mancata esistenza di Babbo Natale e la morte della Fatina dei dentini messe insieme. Vedrete il suo cuore spezzarsi, e come un cartone animato giapponese formarsi il gocciolone a lato della testa. Ma non è tutto: niente e nessuno potrà evitare che siate giudicate dagli amici come la terribile Crudelia Demon, che è finalmente riuscita, dopo anni e anni di tentativi, a scuoiare i cento e uno cuccioli di dalmata e mostra orgogliosamente i frutti del suo truculento lavoro. Quindi non  meravigliatevi se in alcune tribù femminili WP è considerato un animale totemico sacro e quindi palesemente tabù.

smile

Mr V.*

E’ una degenerazione in negativo di WP. Avete  presente i Winnie the Pooh che ora tanto sono in voga, quelli che si attaccano al cellulare. Bene, Mr.V. è l’anima  del pupazzetto e Winnie the Pooh la pelle di plastica che lo ricopre. Anche lui ha l’occhio sognante tipico dell’orsetto di pezza: quando il suo oggetto del desiderio entra nella stanza, sembra che il suo mondo si illumini, ma le analogie terminano qui. Ad un certo punto apre la bocca, ed appare evidente che non c’è una connessione con il cervello. Riesce a  riempire una frase di quattro banalità e un’offesa. Voi vi state riprendendo dalla prima quando ecco sopraggiungere la seconda come un colpo tra capo e collo. Da brava ragazza che conosce i limiti della tolleranza fate finta di ignorare il tutto, ma al terzo svarione incomincia un istinto di preservazione più forte di voi che vi sale dalle viscere e vi costringe a rifugiarvi nell’angolo opposto della sala. Anche se volete trattenervi onde evitare l’impressione di una fuga, le  vostre gambe incominciano a muoversi autonomamente e non c’ è niente che le può fermare. Prima che  Mr V. si accorga della vostra assenza, avete fatto il biglietto, controllato il passaporto e siete partite con il primo volo per Timbuctu, o nel luogo più  lontano della terra, dove il vostro interlocutore non possa raggiungervi.
Non è mala fede o cattiveria,  Mr V. ce la  mette tutta, ma ingranare la seconda nella conversazione è un’utopia. Se l’interlocutrice prova ad aggiungere una nota di colore, due battute, cade il gelo. Le è necessario un dizionario in lingua normale-lingua Mr V., che purtroppo ancora non hanno inventato. Alla fine dovete assentire, come un’ebete, mentre pensate alla moda  Autunno -Inverno 2012, per  evitare  risposte che possano prolungare ulteriormente l’agonia.
In amore Mr V. è un soggetto poco adatto alla riproduzione per le caratteristiche sopra elencate e per la palese morte per tedio delle sue ascoltatrici. Noi come ambientalisti e cultrici della biodiversità propugniamo una campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia di questa specie in via di estinzione. Proponiamo come habitat un’isola deserta in qualche mare caraibico, le concorrenti dell’isola dei famosi potrebbero benissimo rappresentare una soluzione a questo grave problema.

* altrimenti detto “Signor Veneranda”.

Brr..brr..
smile

6- Mike 78 22 novembre ore 21.35 Il duro mestiere di salvare la vita.

oggi ho visto un anziano che doveva essere sottoposto ad un difficile intervento chirurgico perchè nel precedente intervento alcuni medici avevano fatto un errore…
ora ha scarse possibilità di sopravvivenza
ho assistito alla moglie disperata che ci pregava di fare tutto il possibile per salvarlo,perchè altrimenti sarebbe rimasta da sola…
mi è venuto da piangere

7- Jonny Rango 24 novembre ore 9.52 Quattro portorecanatesi vs quattro sambuchetani: Temple, Genialoide, Franz e Jonny Rango. Simpaticissimo il suo elenco dei personaggi di Sambucheto. Eccolo!

Ha ragione Wendy Contrda acque salate e decisamente di Sambucheto!!

Andrea e Lely hanno un compito meno arduo…Biagio è uno solo….

Noi Abbiamo 1000 personggi ci vorrebbero 100 topic…cito alcuni esempi che i miei colleghi sottoscriveranno

Gianni de Sighittu ( Corre anche 15 km tutti i giorni salite 70% discese …mostruoso ha circa 60 anni [leggende urbana narrano che dopo un tuffo nella chiusa si sia tagliato gli addominali e sia andato al pronto soccorso in motorino con gli intestini in mano])

i re magi
U fattò, Paciarò e Marocco   che donarono al signore Bestemmie, Birra vino E Ferro

Cristinò (l’inica con l’insegna tipo sexy shop lungo la statale)…

Gabibbo (Due Butta fuori in un corpo solo…un prodifio nella natura tipo un portos dei tre moschettieri)

Il Professore (abile giocatore di carte, bocce, calcio….stratega…tuttologo)

posso continuare…..mi fermo qui!!!

Ora vediamo quale delle due squadre riuscirà a raccontare per prima (e con tanto di foto) un personaggio locale per CM. Aperta la sfida tra la piccola Sambucheto e Porto Recanati.

by Matteo Zallocco

Grazie capo!

November 27, 2005, 10:46 pm

Image

A MACERATA – Alessandro Vespignani

Oggi è stato il suo ultimo giorno alla guida della redazione di Macerata del Carlino. E’ arrivato poco più di tre anni fa e fin da subito ha portato una ventata di aria nuova migliorando il giornale con un’impostazione più vivace e mettendo sempre i cittadini al centro dell’attenzione. I risultati gli hanno dato ragione e da domani, lunedì 28 novembre 2005, ritorna ad Ancona. Ritorna da capo.
A Macerata lo ricorderemo tutti con grande affetto. Ha sempre creduto nel lavoro di gruppo, ha costruito una squadra e l’ha anche trascinata a tante vittorie. Lui che è stato il narratore per eccellenza delle grandi imprese della scherma jesina, dalla Trillini alla Vezzali passando per tutti gli altri. Lui che è di Forlì ma che da tanti anni vive a Jesi. Lui che è uno dei migliori giornalisti delle Marche, e non sono io a dirlo. Io sarei di parte, perchè sono una sua creazione. E’ stato lui a valorizzarmi e ad affidarmi servizi importanti che – ne sono sicuro – altri non mi avrebbero mai affidato.

IN ITALIA – Roberto Benigni

Anche il suo ultimo film, “La tigre e la neve” ha riscosso un grande successo. Il suo show è stato a mio parere il momento più bello delle quattro puntate di RockPolitck. E ora Roberto Benigni è diventato anche Cavaliere.

Ecco qui!

NEL MONDO – Tu Jin-Sheng

Ha trascinato un camion per qualche metro con il suo pene. L’insolita prova di forza di un cittadino americano di 50 anni è stata ripresa e sarà in un film inglese. Il protagonista dell’esercizio si chiama Tu Jin-Sheng, un maestro di arti marziali della disciplina “Iron Crotch” che conta oltre sessantamila seguaci in tutto il mondo.
L’uomo, originario di Taiwan ma residente negli Stati Uniti, ha agganciato il camion alle sue parti intime e poi ha trascinato il mezzo senza mostrare il minimo sforzo. Un assistente ha aiutato il maestro solo alla fine della prova. Il film chiamato “Penis Envy” sarà trasmesso l’anno prossimo dalla rete inglese “Channel 4”.

NELLO SPORT – George Best
Genio e sregolatezza. Il saluto a un grande del calcio.
ll Bukovski del pallone.

by Matteo Zallocco

Eros a tavola

November 24, 2005, 1:01 am

E da bere? Un Merlot della Topa Nera, prodotto in Toscana a Montecarlo (Lucca). Oppure se preferisce abbiamo un Ficaia. Che strani nomi vero? –però potrebbero essere anche questi i vini consigliati dal sommelier al ristorante. Originali certo, sono alcuni dei piu’ curiosi tipi di vino prodotti in Italia. E’ quanto emerso da un recente sondaggio che ha coinvolto molti appassionati sommelier. Frutto del lavoro del sito Wine news, uno dei siti d’informazione sul vino più consultati del web, in collaborazione con Vinitaly. Hanno partecipato 9.500 enonauti, a cui è stato chiesto quale fosse il vino dal nome più strano che conoscevano. in Italia vengono prodotti migliaia di vini diversi, e ogni anno ne nascono di nuovi. Ecco allora come si spiega la scatenata fantasia di produttori ed esperti di marketing, che devono ingegnarsi per trovare nuovi e fantasiosi appellativi. La categoria “nomi erotici”, con riferimenti espliciti o solo allusivi prolifera: ecco allora che accanto al Merlot della Topa nera troviamo la Passera delle Vigne, Scopaio, Baciami Subito, Bricco dell’Uccellone, o vitigni come il Nero di Troia, la Passerina, il Pelaverga.
La fantasia erotica dei produttori, non riguarda solo il settore enologico. Non siamo dovuti andare troppo lontano per trovare immortalati due prodotti locali dai nomi curiosi nella vetrina di uno dei negozi piu’ conosciuti di specialità gastronomiche a Visso (MC).
In bella mostra tra prosciutti tascabili, perché ricavati da un tocco della coscia di maiale insaccato in un budello dello stesso animale, abbiamo trovato salumi dai nomi curiosi. Forma ovoidale e sono legati a coppia, forse ricordano i testicoli del prezioso equino,da qui il nome:coglioni di mulo. Il salume è composto da un budello ripieno di carne di maiale magra macinata molto fine, con all’interno una barretta di lardo aromatizzato (lardello) che oltre a mantenere la circostante carne magra umida e fragrante, conferisce alla stessa un caratteristico sapore. Cosi’ preparato, viene poi legato con un grosso spago che lo divide in quattro spicchi e successivamente lasciato appeso in stagionatura come un qualsiasi salume per circa quattro mesi. Alcuni usano consumarlo dopo averlo tenuto immerso nel vino rosso per due giorni. Le palle di nonno sono salumi e insaccati nati nella zona di Norcia.

Specialità gastronomiche in vetrina a Visso (MC).
I nomi boccacceschi degli insaccati alludono probabilmente anche all’antica attività dei norcini e castrini, mestieri antichi un tempo molto diffusi anche tra le dolci colline maceratesi. I prodotti animali che si ricavavano dall’attività dei castrini, erano impiegati in cucina. D’altra parte i testicoli di alcuni animali, da tempi immemorabili entravano in cucina ed erano ritenuti addirittura stimolanti. In Asia si dice che preferiscono quelli di scimmia, in America quelli di toro, in altri paesi quelli di agnello o caprone. Negli Stati Uniti vengono chiamati Rochy Mountains oysters cioè ostriche di montagna e ben tagliati e cucinati, non sembrano quello che sono.


Piatti scozzesi da recuperare.
Riconoscereste per esempio gli ingredienti di questo piatto? Probabilmente no, si tratta di una specialità che si sta rivalutando in Scozia. Sono testicoli ovini e bovini. In ogni caso forse è meglio se non si rivela la vera natura degli ingredienti agli invitati soprattutto se di sesso maschile. Non si sa mai che reazione potrebbero avere. Paese che vai usanza che trovi…
E dalla redazione di Cronache Maceratesi lanciamo un appello, conoscete altri prodotti alimentari o ricette a cui sono stati dati nomi curiosi simili a quelli di cui abbiamo parlato? Segnalateli alla redazione.
by giovi

Appignano e il suo cantastorie

November 23, 2005, 9:58 pm

Proseguiamo il “tour dei comuni maceratesi” che stiamo portando avanti tutti insieme nello spazio interattivo di CM, “Macerata da vivere”.
E dopo Pollenza, Corridonia e Porto Recanati è la volta di Appignano.

Image
Un paese di meno di 4.000 abitanti conosciuto a livello nazionale per la produzione e la vendita di mobili.

Image

A MACERATA – Giuseppe Gasparrini

E Giuseppe Gasparrini, in arte Peppe de Birtina, è indubbiamente uno dei personaggi più noti di Appignano. Il “cantastorie” a ottant’anni suonati sta vivendo una seconda gioventù suonando e divertendosi insieme ai “Vincisgrassi”.

Image

La sua carriera musicale iniziò tanti anni fa quando un amico gli fece vedere alcuni versi, scritti per la sua ragazza. Lui ci aggiunse le note e nacque “Appignanesina”: divenne l’inno di una comunità e fu studiata perfino nelle scuole. Quell’esperimento gli piacque a tal punto che decise di continuare. E i suoi pezzi fecero fortuna: vennero incisi da Nilla Pizzi, Natalino Otto, Gino Latilla, Marisa Brandi. Negli ultimi 18 anni ha depositato alla Siae – alla quale è iscritto dal 1948 – qualcosa come 350 testi.

www.peppedebirtina.com

IN ITALIA – Paolo Vallesi e Gianni Sperti
La Talpa e il vincitore della Talpa…

NEL MONDO – Augusto Pinochet

L’ex dittatore cileno che venerdì compirà 90 anni, è stato condannato per i conti segreti aperti negli Stati Uniti.

Ecco qua!

NELLO SPORT – Carolina Kostner

La giovane pattinatrice sarà la portabandiera della nazionale italiana alle Olimpiadi invernali di Torino.

by Matteo Zallocco

Cecco da Porto Recanati

November 22, 2005, 2:10 pm

Dopo Pollenza e Corridonia nel forum ora si parla di Porto Recanati.

Image

Ecco il sito del Comune.

Image
Cecco Bonanotte, uno dei portorecanatesi più famosi.

A MACERATA – Cecco Bonanotte

E’ nato a Porto Recanati il 24 agosto del 1942. Diplomatosi all’Istituto d’arte di Macerata nel tempo è diventato uno scultore di fama mondiale. Di recente ha realizzato la porta per i Musei Vaticani e quest’anno le sue 103 “Tavole” dedicate alla Divina Commedia sono state acquistate dal Gabinettto di disegni e stampe degli Uffizi. Dopo la morte di Giovanni Paolo II è stato affidato a lui il compito di realizzare le urne, in argento e bronzo dorati, incise con simboli biblici.
A Porto Recanati continua a passare le sue estati. “Questa città è una grande linfa per la mia ispirazione. Quando sono qui, mi sveglio di notte per vedere il sole sorgere sul mare. Ho girato in tanti luoghi. Guardare il sol levante in oriente, una vera e propria gigantesca palla rossa, è uno spettacolo meraviglioso, ma non è lo stesso che vedo qui e a cui sono affezzionato”.

IN ITALIA – Francesco Somaini

Proprio l’altro ieri se ne è andato uno dei più grandi scultori italiani. Dal Corriere della Sera: “Somaini è uno di quegli scultori che dialoga con la metropoli, inserendo i suoi lavori nel tessuto urbano come elemento di sconvolgimento, di provocazione… L’urbe diventa un corpo e l’artista si trasforma in una sorta di biologo”. Somaini, scultore della città.

NEL MONDO – Ram Bomjon
In Nepal è stato ribattezzato il “Piccolo Budda”. Ha appena 15 anni e in migliaia lo adorano. Ecco qua!

NELLO SPORT – Luca Toni

Con una doppietta ha messo ko anche il Milan e la Fiorentina vola al secondo posto. Quindici reti in tredici partite: numeri straordinari.

NELLO SPORT – Ronaldinho

Il video della publicità Nike con le quattro traverse consecutive probabilmente è un montaggio ma la doppietta al Real Madrid e gli appluasi del pubblico nemico del “Bernabeu” sono realtà. Ancora due prodezze per il trequartista brasiliano. Il pallone d’oro non glielo toglie nessuno.

by Matteo Zallocco

I magnifici sette

November 21, 2005, 10:31 pm

Image

La community cresce a vista d’occhio e il top of the week si adegua cambiando impostazione. Da oggi a raccontare la vita online saranno i sette episodi salienti della settimana.
Ecco i sette protagonisti (inseriti in ordine cronologico) degli ultimi sette giorni nella più frequentata comunità maceratese online.

1 – Genialoide

Si è chiuso il conto alla rovescia. Rossano, alias Genialoide, è il 100esimo utente registrato ad aver lasciato almeno un post sul forum. Non ci sono certezze perché nonostante siano già stati cancellati molti doppioni restano ancora un paio di sospetti (vedi burrasca…). Ma questo simpatico conteggio è finito e il destino ha voluto che a vincere fosse un altro ragazzo di Sambucheto, lo stesso luogo dal quale scrisse il primo utente di secondopiero.com.

Ecco l’elenco completo ordinato per numero di post
14 novembre ore 22.36.
Genialoide e la ricezione dei segnali satellitari

che vi devo dire?!
Ci sono diversi satelliti in orbita che ci spiano, ci fanno vedere la tv a pagamento, militari e quelli che ti fanno vedere costantemente cosa succede nel mondo a livello metereologico.
Il segnale dei sat meteo e in particolare i cosiddetti satelliti polari si può ricevere bene con un’apparecchiatura e tramite il piccì si decodifica il segnale immagine.
Tempo fà ero riuscito a ricevere e decifrare il segnale…
è da diverso tempo che ho messo da parte l’apparecchiatura.

2 – Jonny Rango
Direttamente da Sambucheto anche Francesco (Jonny) Rango…
16 novembre ore 15.11
Ecco la sua esilerante mappa del dialetto.

Cari Colleghi…l’italiano è nato da un dialetto .e grazie al dialetto non parliamo più latino…
La regione marche è la regione che contiene più inclinazioni dialettali di tutt’ italia…abbiamo una Campanilismo addirittura più accentuato della Toscana e della campania..

Pensate ad esempio il simpatico Valentino Rossi  che bel marchigiano che utilizza….in un’articolo del foglio tra l’altro sul sito secondo piero pubblicato si parla proprio delle inclinazione tra nord e sud delle marche ….siamo in pratica il crocevia tra nord e su italia.

Una Bellissima Responsabilità…

Queste inclinazioni variano ogni 5 km analizziamo, solo nel maceratese la frase in Italiano:

Ehi Andiamo laggiù !!

Recanati: oh Namo Giù
6 km + ad ovest Fontence di Recananti: oh  Namo Laggiù
3 km + ad ovest Sambucheto: Oh jemo jo
3 km + ad ovest S.Egido: Oh Jemo lajjio
3 km + ad ovest Villa potenza GJimo Lajjo (qui comincia ad influire la G del tipico gimo appignanese)
2 km + ad sud ovest Macerata:  Oh jimo jyo
5 km dopo Villa POtena + ad ovest Passo di Treia: oh  Gimo Lajo
5 km   da Treia Appiagnano: Oh ce jemo lajjo sci o no!! (Rafforzativo)
8 km sud est da macerata Trodica: Ho jimo ello
8 km suc da macerata Corridonia: oh Jimo Ello Loco

Come disse Giovnni Paolo II Se ho sbagliato mi coriggirite!!!

Questo è il + bel topic di secondo piero.com

3- Addino
17 novembre ore 11:47
Ancora dialetto…
Macerata e Montegranaro a confronto.

Avendo vissuto alcuni anni a M.Granaro, vi porto anch’io alcuni esempi di come possono cambiare alcune parole allontanandoci appena 15 km da macerata;

vediamo alcuni esempi di nomi di verdure:

ITALIANO  –   D. MACERATESE  –  D.MONTEGRANARESE

-IL PEPERONE  –  LU PEPERO’  –   LO PEPERO’
-IL BROCCOLO  –  LU VROCCULU  –  LO VROCCOLO
-IL POMODORO  –  LU PUMMIDORU  –  LO POMODORO
-LA MELANZANA –  LU MARIGNA’ –  LO MARIGNE’

Passiamo ora ad alcune forme interrogative verbali:

-CI ANDIAMO?  –  CE  GLIMO ?  –  CE  GLIEMO?
-TI VESTI?  –  TE RVISTI?  –  TE    RVESTI?
-ANDIAMO LI ?  –  GLIMO ELLO? –  GLIEMO LOCO?
-SEI TU IL TITOLARE?  –  SI TU LU PADRO’?  –  SI TU LO PATRO’?
-CHI E’ IL SINDACO? –  CHI E’ LU SINDACU?  –  CHI DE LO SINDECO?

Passiamo ora ad alcune frasi utilizzate quando qualcuno ci fa perdere la pazienza:

-MI SCUSI, COSA VUOLE?  –  OH CHE CAZZU VOLI?  –  AHO CHE VAI CERCHENNE?
-MI STA FACENDO ARRABBIARE  –  OH MO ME FAI NGAZZA’!  –  AHO ADDE’ ME STAI FACENNE NGAZZA’!
-QUELLO MI GUARDA MALE   –   GUARDA QUILLU COME ME GUARDA!  –   LLO VARDASCIO ME GUARDA STORTO!
-POSSO SAPERE IL TUO NOME??  –   SINTI COME TE SE MINTUA??  –   SENTI COCCO COME TE SSE DICE ?

Vediamo per finire alcuni esempi utilizzati qualche secondo prima di un contatto fisico!

-E’ MEGLIO CHE SE NE VA  –   METTETE A CORRE SE NNO TE MMAZZO  –   SENTI, VANNE IA SENNO’ TE SPEZZO
-NON MI COSTRINGA AD
ALZARE LE MANI –  CE MANCA POCO CHE TE DACO UN CAZZOTTU  – FUGGHIETE VIA SENNO’ UN CAZZOTTO NON TE LO LEA NGNISCIU!
– FACCIA IL SERIO!  –  NON FA LU SCIAPITTU!  –  FA POCO LO STUPOTO!
– VADA A CHIAMARE SUO PADRE ALTRIMENTI SONO
GUAI –    VANNE A CHIAMA’ A TU PADRE SENNO’ E’ C….I TUA!
–   SENTI COCCO CHIAMA A PARDO SENNO’ DE CA..I TUI!– GUARDI CHE TRA POCO MI TOCCA PRENDERLA PER IL COLLO
TRA POCO TE CCHIAPPO PE
LU COLLU! – AHO ADDE’ TE CCCHIAPPO PE LO COLLO

Spero di essere stato utile per farvi capire quali sono le principali differenze tra PISTACOPPI E SCARPA’

P.S. SE C’E’ QUALCOSA DA CORREGGERE FATE PURE! NESSUNO E’ PERFETTO!

4- Tribale 79
“E’ bello potersi esprimere liberamente e sentire varie opinioni”.
17 novembre ore 17.45
La gioia di Paolo per i suoi primi 1000 post

uso questo topic per scrivere il mio 1000 post!!
era il 5 luglio 2005 quando mi sono iscritto per la prima volta al sito di secondopiero!
sono passati solo 4 mesi ma per me non sono pochi!! ho conosciuto una vera famiglia…. big_smile
molti di voi gia’ li conoscevo…..(m.zallocco,orso tom,zak,fran,tatanka,rick the boss….)e tanti altri ho avuto la fortuna di conoscerli di persona alla stupenda cena fatta il 12!! siete grandissimi……dal megadirettore franz,ai photoreporter pis@ & c.,dalle ragazze argentine mary e paula,a quel bricconcello di nicola……dalla moderatrice franci a quel tipetto de falkenfanel…. tongue
grazie ragazzi sieti tutti unici!!
e’ bello potersi esprimere liberamente e sentire varie opinioni…..è veramente stimolante!!
di nuovo un grazie a tutti gli amici di secondopiero!!!
bye tribale
smile

5- Sofia Cardinali
18 novembre ore 11
I racconti dall’Australia e la nostalgia di Macerata

cmq adesso sto arrabbiata e per uno strano gioco mentale che non so ricongiungere a nessun trauma infantile mi manca macerata.lo so che voi non mi potete rispondere in tempo reale ma non fa niente perche’ se io ho bisogno di flussare coscienziosamente ovvero fare un flusso di coscienza l’interlocutore non e’ indispensabile.quindi pronti….via. tanto per cominciare sto incazzata perche’ stasera e’ venerdi’ sera e per la prima volta da quando sto in australia non posso uscire perche’ me devo da prepara’le cose per la vacanza che domenica parto.insomma venerdi sera a casa mi fa allergia e se mi affaccio dalla finestra vedo i cavalli. ma io non voglio un cavallo io voglio un gatto ma a questi di casa i gatti gli fanno schifo e c’hanno 3 cani e a me i cani me fanno schifo.e poi perche’ devo porta’ l’uniforme?io sono italiana e al paese mio non ce usa quindi io faccio come me pare.perche’ cavolo nessuno me risponde ai messaggi stasera?mi sono anche finita il credito al cell. non posso pensa che stasera c’era una ficata di party e io sto a casa a guarda’il cavollo che sarebbe meglio se fosse un gatto.quanti gatti ci entrano in un cavallo?quella stronza a scuola la ammazzo.voglio torna’ a mc. per favore riportatemi li’.nsomma quando io ho una crisi isterica a mc c’e’ sempre Vale pronta a decodificare le mie stronzate ma adeso sto qua e non c’e’ un cane che parla italiano e delirare in inglese non e’ lo stesso.per favoreeeeeeeeeeeee,voglio torna’ a mc solo per stasera,delirare e poi tornare indietro.e invece torno tra 5 mesi e mezzi.se dico 5 mesi e mezzi mi cascano gli occhi e le dita ma se mi cascano le dita non posso scrivere quindi basta dire 5 mesi e mezzo.l’ho detto ancora.ora voglio fare una bella cosa, parlare in italiano.se uno mi chiede in inglese io rispondo in italiano.ho dei bei capelli.che schifo le coscie di pollo.io non mangio quello che non mi piace ma allora perche’ devo mangiare le coscie di pollo.e che succede se stando all’aereoporto da sola domenica perdo il volo?io mi dipingo a strisce bianche e nere e poi mi distendo in mezzo alla strada e lascio che gli altri mi passino sopra.e porca de quella miseriaccia nera, certo che e’ na brutta gironata, ho pure rotto la poltrona.e tu smettila de guardamme come se fossi scema perche’ stupido e’ chi lo stupido guarda e se tu mi guardi sei stupido e io automaticamente mi discolpevolizzo e non lo sono piu’.ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.venerdi’ sera a casa mi trafigge la mente.voglio tornare a casa e dormire in camera mia perche’ quella australiana e’ troppo disordinata e sul letto non c’e’ piu’ spazio per me e col cavolo che la metto apposto. no mi rifiuto. e poi che palle che qua fa sempre caldo, venisse una grandinata da accoppa’ il cavallo anzi no perche’ il cavallo in fondo mi piace, che accoppasse i 3 cani.iom voglio un gatto che mi capisca.e u ragazzo che miagoli.sto scrivendo da un po ma ancora non mi sento meglio.se penso al mio prof italiano di filosofia mi viene il vomito e questo in fondo e’ positivo perche’ ho mangiato quelle schifose coscie’ di pollo.blaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.sto vomitando. io ho il cellulare con la cover di Barbie. e’ molto cool.ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.me ce gioco la testa che loro se stanno a diverti mentre io sto a casa a non fa niente perche’ dovrei lavorare e organizzare le mie cose ma siccome sto incazzata che sto a casa mi ribello a me stessa e non faccio niente. ora vado a vomitare le coscie di pollo. ciao e stelline a Jonny

6- Barbara
18 novembre ore 16.06
La magica atmosfera di Dublino

Hi all … faccio un piccolo resoconto della situazione …
oggi e’ il mio giorno off da lavoro e ho un po’ di tempo per scrivervi
in maniera piu’ compiuta … vediamo da dove iniziare …
Finalmente mi sento a “casa” … ho le mie abitudini e consuetudini,
gli orari del lavoro, le strade che percorro, i posti che frequento, i
negozi in cui vado a fare la spesa e anche le persone … inizio a nn
sentirmi piu’ disorientata … sto molto bene …
L’atmosfera e’ molto stimolante, il momento piu’ bello della giornata
e’ quando torno a casa da lavoro (alle 4 p.m) percorrere grafton
street, che e’ una via trafficatissima, camminare con aria sicura
perche’ sto andando a casa … vedere intorno  a me tanta gente,
sentire parlare la gente intorno a me, in inglese ovviamente, ma anche
italiano, spagnolo, francese e tante altre lingue che nn conosco … e
poi gli artisti di strada … che sono tanti e rendono il tutto ancor
piu’ pittoresco e magico, ieri c’era un signore sulla cinquantina che
suonava il violino e giuro sono rimasta a sentirlo rapita per un sacco
di tempo!!! A lavoro anche sto bene, l’ambiente e’ giovane e dinamico
… solo che sono pur sempre inglesi, per cui inquadratassimi … ci
controllano tantissimo, orari, break, test settimanali per valutare la
nostra performance … e un sacco di criteri e procedure da rispettare
alla lettera … Ieri la mia prima riunione con il big boss … il nostro manager e’ un
inglese di southampton (mica so se si si scrive esattamente cosi’) …
per nn sbagliare ho fatto assoluto silenzio e cercato di ascoltare con
la massima attenzione …
Che altro aggiungere… e’ gia’ una settimana che nn piove piu’ …
davvero strano (tanto io l’ombrello non lo uso … ora mi scambierete
per pazza, ma e’ davvero fantastico camminare sotto la pioggia gentile
che cade qua) in compenso  fa un freddo bestiale … ieri mattina (io
mi alzo alle 6,20 per andare a lavoro e esco di casa sempre prima
delle 7) c’era gelo ovunque, ma e’ stato bellissimo vedere
gli immensi prati verdi che riflettevano il bianco del gelo … e i
tetti delle case, cosi’ particolari velati di bianco … uno
spettacolo che riappacifica con il mondo!!!
Il prossimo fine settimana penso di andare a Belfast, l’idea e’ di
partire direttamente ven pomeriggio nn appena esco da lavoro e tornare
domenica sera … tanto per arrivare ci si impiegano appena 3 ore …
ho rivisto in lingua originale “nel nome del padre” e mi e’ venuta
davvero una gran voglia di andare in irlanda del nord.

That’s all … un saluto a tutti!!!

B

7- Mariana
18 novembre ore 18.55
Dall’Argentina foto storiche della sua Porto Recanati

Grazie Matteo di onorare così la nostra città! smile
Dato che già avevo parlato di mia bisnonna Fortunata, vorrei iniziare aggiungendo una ripresa di lei con le sue nipotine, fra gli anni 65/70.

https://i2.wp.com/surl.se/pictures/200511/25579.jpg

Quest’altra, l’ha fatta mia madre nel febbraio di 1980, davanti alla casa dove abitava mio nonno fino ai 17 anni quando si trasferi in Argentina. Quel signore era il fratello, zio Giggio e vicino a lui c’è il carro che nonna usava per vendere il pesce.

https://i1.wp.com/surl.se/pictures/200511/25580.jpg

smile

AMARCORD
I primi sette utenti di secondopiero.com

1- Franz (28 luglio 2004);
2- Piero (29 luglio 2004);
3- Rick (5 agosto 2004);
4- Stefy 76 (8 agosto 2004);
5- Nicola (9 agosto 2004);
6- Mike 78 (18 agosto 2004);
7- Luca TGL (29 agosto 2004).

by Matteo Zallocco


novembre: 2005
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 48,011 visite