Porto Recanati vs Sambucheto

November 29, 2005, 1:07 am

Come protagonisti dei sette episodi salienti della settimana online ho scelto: Alberto, Riccardo, Eleonora, Andrea, Francesca, Michele e Francesco.

Ecco il Boss e il Dottore!

I magnifici sette. Il meglio si è registrato ad inizio settimana.
1- Temple of Sirynx 21 novembre ore 11:47 Nuove rivelazioni e dibattito sul G8 di Genova. Grazie ad Alberto da Sambucheto.

PREMESSA:
Questo mio topic non vuole avere nessuna natura politica. Non vuole esprimere nessun giudizio sul fatto che la manifestazione durante il G8
sia stata una cosa giusta o sbagliata. Non vuole schierarsi da nessuna parte nè tantomeno tirare fuori fantasmi dall’armadio.
E soprattutto non vuole che sia fonte di litigi tra gli iscritti al sito.

VUOLE semplicemente portare alla luce argomentazioni che, per il solito gioco dei poteri forti, forse sono rimaste nell’ombra.
VUOLE arricchire la coscienza di noi tutti e dare ad ognuno l’opportunità di guardare il fatto da tutti gli angoli possibili.
VUOLE far crescere nel terreno molto fertile della vostra mente il seme del dubbio.

FATTO:
Chi vuole avere la pazienza e ha il tempo per la lettura e l’analisi completa di questo documento, risponda a queste mie domande.

Quelli con le armi convenzionali, con i gradi sulla spalla, che hanno l’avallo della legge, l’addestramento nelle gambe e la rabbia nelle vene,
possono permettersi di fracassare il cranio ad un moribondo con un sasso? Possono, appena compiuto il fatto, imputare il tutto al primo
manifestante che trovano? Soprattutto: per questi individui, è stata fatta giustizia?

Ecco il link, sarebbe opportuno che leggiate tutti i links in esso contenuti, perlomeno quello della manipolazione al corpo:
http://www.piazzacarlogiuliani.org/pill … mp;thold=0

2 – Rick 21 novembre ore 17.45 Il bis del Boss: dopo Francesco da Bilbao il nostro Riccardì riserva un’altra calorosissima e simpatica accoglienza ad un altro suo amico dall’estero, Alberto da Wolfsburg. Ecco qui!

Alba!!!! E’ il BOSS che ti saluta!!!

Anche tu ci manchi! Organizzerò come ho promesso per Giangi (JACK) ed ora anche per te, quando sarete in Italia, un partito’ distruttivo a calcetto e ci fermeremo solo quando non ce la faremo più a muoverci dalla stanchezza!!! OK?!?!

…Cavolo, ho dei flash, scrivendoti queste due righe ripensamdo a quando io, tu, Giangi, Nick e gli altri stavamo a vedè la Juventus a casa di Nick e Giangi oppure davanti alla Play… e devo dire che mi piacerebbe reincontrarti presto… e poi i tuoi mitici insulti scherzosi a me e soprattutto a Sgiusghhh (Guido), sono insostituibili, veramente incredibili!!!

Mi manchi un po’!

p.s. :aiutaci a vincere la classifica su “per chi fa il tifo il sito”. Aggiungi il tuo voto bianconero alla causa!!!

A proposito, sai questa domenica (anche se era sabato, era l’anticipo serale, se non lo sai già te lo dico io, la magica Juve è andata all’Olimpico a dettar legge, contro la Roma… e stavolta gliel’abbiamo fatto noi a Totti SSSSSTTTT, 4, E A CASA…! Risultato finale Roma vs JUVENTUS 1 – 4, incredibbbile ma vero!!!
A segno sono andati:
1) Furia ceca Nedved,
2) Ibrahimovic, con un gol strepitoso che sono certo farà il giro del mondo
3) e 4) se non lui, chi? Visto che segna sempre… e si si, sto parlando di Trezeguet, anzi trezegooooool!!!

Ad Andrea Drudi, poveretto con il quale lavoro al Cityper, l’ho fatto nero, anzi bianconero!!!

Addirittura mi sono inventato una battuta di sana pianta…:

Ho detto a tutti i tifosi della Roma a lavoro che incontravo piano piano:

Io:  Ciao, sai della nuova promozione del Cityper che parte oggi?!?!
No, dicevano ognuno di loro,
ed io: Dai quella del 4+1!!! Se tu compri 1 bottiglia di acqua Fiuggi, (il nuovo sponsor della Roma e che era scritto per la prima volta sulle divisa giallorossa) hai diritto a prendere 4 mele in omaggio, basta che possiedi la Romaclub… smile smile smile

E’ stato per me esilarante e per i giallorossi un po’ meno!!! big_smile big_smilebig_smile

Come si dice in questi casi: sfortuna tua, fortuna mia!!! smile

Vota! Mi raccomando!!!

A PRESTO BESTIO’!!! lol

3- Lely 21 novembre ore 20.14 Anticipa Andrea, Mariana e Paula in uno dei tre bellissimi racconti su… …Porto Recanati.

Ecco qua :
http://www.lemarche.splinder.com/post/6359088#comment
dedicato a voi e alla “mia” Porto Recanati!

4- Andrea 22 novembre ore 17.04 Altro tema importante. L’aborto.

Il segretario dell’UDC, l’On. Cesa ha presentato in sede di commissione per gli affari istituzionali la proposta di istituire una commissione parlamentare per verificare lo stato di attuazione della Legge 194 meglio nota come la legge che regolamenta il diritto all’aborto. Il segretario dell’UDC tiene a sottolineare che la proposta rientra nel programma del partito fin dall’inizio della legislatura. Eppure la proposta ha suscitato fin da subito un acceso dibattito sia tra le forze di maggioranza che di opposizione. Ciascuno con le proprie motivazioni e in modo trasversale, ha tracciato una linea di demarcazione che contrappone a chi è sostanzialmente favorevole all’istituzione della commissione, un fronte in difesa della legge e restio ad ogni tentativo di cambiarla.
I sostenitori della commissione parlamentare lamentano a loro modo di vedere, che i principi della legge sono stati completamente disattesi sia nella forma che nella sostanza. In particolare l’attenzione si concentra sui strumenti e sulla loro applicazione, utili per la prevenzione dell’aborto. Vero nodo del contendere, chi si oppone alla prospettiva della commissione, almeno nelle frange politiche meno estremiste, pur riconoscendo una certa anomalia nell’applicazione della legge, obietta l’utilità di uno strumento così impegnativo quando invece può essere più che sufficiente un  percorso più snello e meno istituzionale come una ricerca finalizzata allo scopo e realizzata mediante supporti tecnico-scientifici esistenti e preposti all’uopo.
Anche la Chiesa, come era lecito aspettarsi, attraverso il suo quotidiano di riferimento l’”Osservatore Romano” riprende in prima pagina l’argomento lamentando la scarsa applicazione del principio di prevenzione dell’aborto ed individuando nei consultori “dispensatori di certificati di aborto”.
Su La7 Giuliano Ferrara in un dibattito relativo all’argomento del giorno, cerca inutilmente di trascinare il noto medico e ricercatore, emigrato negli U.S.A., Dott. Marino nell’affermazione che oggi esiste una sensibilità diversa verso il concetto dell’aborto rispetto ai trent’anni fa dei tempi del referendum, e che tale sensibilità nobilita e da diritto alle pretese di chi chiede a gran voce una revisione della legge 194. Il Luminare abilmente ha schivato la trappola definendo il progresso tecnico e scientifico nel campo della diagnostica e della cura, meraviglioso.
Il presidente della C.E.I. (Conferenza Episcopale Italiana) Cardinale Camillo Ruini, in una intervista di qualche giorno fa, affermava la necessità di volontari anti-aborto presso i consultori previsti dal S.S.N., uno strumento utile a suo modesto parere, a rendere più efficace la Legge 194.
Tutto il variegato mondo politico dell’ex panorama cattolico e non, ha reagito in ordine sparso alla insolita proposta. L’UDC plaude la proposta mentre altri settori della maggioranza quali F.I. e A.N. condividono comunque la necessità di una maggiore coscienza del fenomeno pur non nei termini proposti dal Cardinale. Dall’altra parte D.L. non comprende l’urgenza della questione mentre invece esponenti di Rifondazione, Verdi e Comunisti Italiani oppongono un secco rifiuto ad un qualsivoglia dibattito in merito alla legge194.
Ma perché una proposta del genere in un momento come quello di fine legislatura dove le priorità sono e devono essere altre? Che la Chiesa ponga il problema dal suo punto di vista di totale rifiuto della pratica dell’aborto oltre che legittimo appare fin troppo scontato. Ma una commissione parlamentare visti i tempi a disposizione oltre ad essere un inutile spreco di energie e tempo altrimenti utilizzabile, appare comunque una soluzione eccessiva per una legge che comunque ha avuto il pregio di eliminare o almeno ridurre drasticamente il ricorso all’aborto clandestino, causa di tante tragedie e menomazioni.
Era prevedibile che il passo successivo al fallimento dei referendum sulla procreazione assistita sarebbe stato la richiesta della revisione della legge sull’aborto. Al di là delle dichiarazioni di rito, si intuisce che la partita è solo all’inizio. Oggi nonostante un ricorso sempre più diffuso a tecniche di contraccezione, persiste un sensibile ricorso alla tecnica dolorosa dell’aborto. Introdurre volontari anti-abortisti nei consultori vuol dire allontanare chi intende ricorre legalmente all’aborto, ma che magari non è psicologicamente pronto ad affrontare con serenità un argomento così angosciante e doloroso. L’alternativa per queste persone qual è? Sicuramente optare per il “rassicurante” e discreto aborto clandestino.
Scelte così umanamente tormentate andrebbero fatte con l’ausilio di persone preparate, e sicuramente il requisito minimo che deve essere necessario in tali casi deve essere quello dell’assoluta serenità e oggettività di coloro che devono essere di ausilio di fronte al dramma di una scelta pesante e difficile da ponderare.
L’argomento su cui un po’ tutti sono d’accordo è comunque quello di ribadire la validità del concetto della prevenzione tra i principi ispiratori della Legge 194.
Non si capisce che tipo di prevenzione è da intendersi per l’autorevole quotidiano l’”Osservatore Romano”, se non quella dell’astinenza completa da rapporti sessuali se non preposti per la procreazione in caso di regolare coppia coniugata. A questo scenario bucolico da famiglia “Mulino Bianco” si contrappone però una realtà ben più lacerante e contraddittoria. L’età dei primi rapporti sessuali diminuisce sensibilmente rispetto all’età media di una generazione precedente ma in compenso l’ignoranza diffusa e la disinformazione rimane sostanzialmente elevata. Paradossale ma la cultura dominante ci “insegna” che dobbiamo farlo a tutti i costi, magari al primo appuntamento, per essere glamour, ma non ci dice “come” dobbiamo farlo. Avete mai visto un film con la scena clou, dove il protagonista si prende i “suoi” secondi per infilarsi il preservativo?
Se si analizza i dati di accesso alla pratica dell’aborto si capisce che le categorie più significative sono le extracomunitarie con tenore e qualità della vita decisamente basso, e le adolescenti alle prime esperienze amorose. Ambedue sono categorie che per un motivo o un altro sono “deboli” e facilmente condizionabili. Ecco il perché del tentativo di introdurre volontari nei consultori. Avrebbero comunque vita facile nell’adempiere al loro compito di moral suasion.
Tutte le donne che hanno fatto ricorso alla pratica dell’aborto oltre che portare segni visibili del trauma, coltivano problematiche psicologiche legate al concetto di autostima che inducono a pensare che un’alternativa è sempre preferibile. Forse è questo il punto di partenza di qualsiasi dibattito.
Seguendo il filo logico del ragionamento si torna per forza al punto dolente della prevenzione. Un approccio serio alla prevenzione presuppone informazione e strumenti a disposizione da utilizzare alla bisogna. Oltre ad una peculiare e completa campagna di sensibilizzazione devono esserci metodi accessibili e facilmente individuabili.
Chiunque deve essere messo nelle condizioni di poter scegliere e decidere serenamente e in piena consapevolezza ed autonomia ogni momento importante della propria vita. Solo così, almeno per quanto riguarda la piena autodeterminazione nel comportamento “sessuale”, si riuscirebbe ad ottenere la piena applicazione della ratio legis della 194 che se interpretata nel suo concetto esteso non è assolutamente una legge “abortista”, anzi.

5- Franci 22 novembre ore 19.54 Grazie ad una sua amica può arricchire il suo trattato al femminile con due nuove categorie… Ecco qua!

Allora…
Eccoci qua..
Come promesso ecco 2 nuove categorie, e come precedentemente affermato, in questo caso la sottoscritta si limita ad inserirne il contenuto, non avendo quindi NÉ LA RESPONSABILITÀ, NÉ IL MERITO, della loro stesura.

Buona lettura..e tenetevi forte.. wink
Sono un po’ lunghetti ma ne vale la pena.

(io però nel frattempo mi impegno a buttare giù due righe sulla categoria “Bastò”:sarebbe il primo utente del forum ad essere inserito nel trattato! wink

A presto!

WINNIE the POOH

Dicesi l’uomo più dolce sulla faccia della terra, si nasconde dietro una  ritrosia tipica del pupazzo di pezza che ha accompagnato le tue notti dall’asilo fino alle elementari. Non osa giammai roboanti dichiarazioni ed è capace di aspettare fino al giorno prima dei tuoi sponsali (naturalmente con un altro) per dirti che è innamorato pazzo di te, da quando facevate insieme le elementari dalle suore, nonostante il piccolo e  trascurabile particolare che  siete stati compagni di scuola in tutti gli ordini e  gradi fino all’università.
Ti guarda con l’occhietto triste rassegnato, aspettando mentre tu gli racconti le tue “torride” notti con un tipo incontrato in vacanza. Le uniche frasi che escono dalla sua boccuccia sono <<ehm…>>, e << sono d’accordo con te….>>, nonostante sosteniate che la terra è piatta ed è evidente che il sole le gira intorno.
Se sperate di ricevere da lui un qualche tipo di incoraggiamento, arrendetevi! I vostri capelli diverranno bianchi, e le vostre ceneri saranno disperse dal vento dei secoli quando lui si deciderà a fare la prima mossa. Inoltre se stanche di attendere la fatidica presa di posizione del tenero orsacchiotto, anche detto “strapazzami di coccole”, e decidete di fargli arrivare messaggi trasversali sulle vostre intenzioni, non avrete alcun tipo di soddisfazione, capirà  prima sua nonna, che per inciso vive in Olanda e non vede mai, piuttosto che il soggetto in questione. Questo non gli impedirà di mandarvi trecento messaggi giornalieri, per augurarvi  buon giorno, buona notte, buon pranzo, buona digestione.
Lasciare un  WP  è un’impresa altrettanto ardua, come riuscire a combinarci qualcosa. Come si fa  ad uccidere Bambi? Vi  guarderà con gli occhi “sognosi”, e quando gli darete la brutta novella, perché un WP non vi lascerà mai, sarà come se gli annunziaste la mancata esistenza di Babbo Natale e la morte della Fatina dei dentini messe insieme. Vedrete il suo cuore spezzarsi, e come un cartone animato giapponese formarsi il gocciolone a lato della testa. Ma non è tutto: niente e nessuno potrà evitare che siate giudicate dagli amici come la terribile Crudelia Demon, che è finalmente riuscita, dopo anni e anni di tentativi, a scuoiare i cento e uno cuccioli di dalmata e mostra orgogliosamente i frutti del suo truculento lavoro. Quindi non  meravigliatevi se in alcune tribù femminili WP è considerato un animale totemico sacro e quindi palesemente tabù.

smile

Mr V.*

E’ una degenerazione in negativo di WP. Avete  presente i Winnie the Pooh che ora tanto sono in voga, quelli che si attaccano al cellulare. Bene, Mr.V. è l’anima  del pupazzetto e Winnie the Pooh la pelle di plastica che lo ricopre. Anche lui ha l’occhio sognante tipico dell’orsetto di pezza: quando il suo oggetto del desiderio entra nella stanza, sembra che il suo mondo si illumini, ma le analogie terminano qui. Ad un certo punto apre la bocca, ed appare evidente che non c’è una connessione con il cervello. Riesce a  riempire una frase di quattro banalità e un’offesa. Voi vi state riprendendo dalla prima quando ecco sopraggiungere la seconda come un colpo tra capo e collo. Da brava ragazza che conosce i limiti della tolleranza fate finta di ignorare il tutto, ma al terzo svarione incomincia un istinto di preservazione più forte di voi che vi sale dalle viscere e vi costringe a rifugiarvi nell’angolo opposto della sala. Anche se volete trattenervi onde evitare l’impressione di una fuga, le  vostre gambe incominciano a muoversi autonomamente e non c’ è niente che le può fermare. Prima che  Mr V. si accorga della vostra assenza, avete fatto il biglietto, controllato il passaporto e siete partite con il primo volo per Timbuctu, o nel luogo più  lontano della terra, dove il vostro interlocutore non possa raggiungervi.
Non è mala fede o cattiveria,  Mr V. ce la  mette tutta, ma ingranare la seconda nella conversazione è un’utopia. Se l’interlocutrice prova ad aggiungere una nota di colore, due battute, cade il gelo. Le è necessario un dizionario in lingua normale-lingua Mr V., che purtroppo ancora non hanno inventato. Alla fine dovete assentire, come un’ebete, mentre pensate alla moda  Autunno -Inverno 2012, per  evitare  risposte che possano prolungare ulteriormente l’agonia.
In amore Mr V. è un soggetto poco adatto alla riproduzione per le caratteristiche sopra elencate e per la palese morte per tedio delle sue ascoltatrici. Noi come ambientalisti e cultrici della biodiversità propugniamo una campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia di questa specie in via di estinzione. Proponiamo come habitat un’isola deserta in qualche mare caraibico, le concorrenti dell’isola dei famosi potrebbero benissimo rappresentare una soluzione a questo grave problema.

* altrimenti detto “Signor Veneranda”.

Brr..brr..
smile

6- Mike 78 22 novembre ore 21.35 Il duro mestiere di salvare la vita.

oggi ho visto un anziano che doveva essere sottoposto ad un difficile intervento chirurgico perchè nel precedente intervento alcuni medici avevano fatto un errore…
ora ha scarse possibilità di sopravvivenza
ho assistito alla moglie disperata che ci pregava di fare tutto il possibile per salvarlo,perchè altrimenti sarebbe rimasta da sola…
mi è venuto da piangere

7- Jonny Rango 24 novembre ore 9.52 Quattro portorecanatesi vs quattro sambuchetani: Temple, Genialoide, Franz e Jonny Rango. Simpaticissimo il suo elenco dei personaggi di Sambucheto. Eccolo!

Ha ragione Wendy Contrda acque salate e decisamente di Sambucheto!!

Andrea e Lely hanno un compito meno arduo…Biagio è uno solo….

Noi Abbiamo 1000 personggi ci vorrebbero 100 topic…cito alcuni esempi che i miei colleghi sottoscriveranno

Gianni de Sighittu ( Corre anche 15 km tutti i giorni salite 70% discese …mostruoso ha circa 60 anni [leggende urbana narrano che dopo un tuffo nella chiusa si sia tagliato gli addominali e sia andato al pronto soccorso in motorino con gli intestini in mano])

i re magi
U fattò, Paciarò e Marocco   che donarono al signore Bestemmie, Birra vino E Ferro

Cristinò (l’inica con l’insegna tipo sexy shop lungo la statale)…

Gabibbo (Due Butta fuori in un corpo solo…un prodifio nella natura tipo un portos dei tre moschettieri)

Il Professore (abile giocatore di carte, bocce, calcio….stratega…tuttologo)

posso continuare…..mi fermo qui!!!

Ora vediamo quale delle due squadre riuscirà a raccontare per prima (e con tanto di foto) un personaggio locale per CM. Aperta la sfida tra la piccola Sambucheto e Porto Recanati.

by Matteo Zallocco


novembre: 2005
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Piscina,agriturismo il Frutteto

gianna e silvia

da Montalto (MC)

Altre foto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 44,849 visite

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: