Passami un altro energy drink!

April 6, 2006, 8:49 pm

Quanti sono i bloggers maceratesi? Difficile dirlo, una stima seppure in difetto la fornisce l’aggregatore BlogItalia sul quale incontriamo il blog di Bar.it, che da Civitanova Marche (MC) informa su tendenze e attualità sul food& beverage. Con news, curiosità e storie dietro il bancone, si rivolge non solo ai professionisti del settore. E partiamo proprio dal blog di Bar.it, ispirati da un post sui nuovi consumi diffusi tra i giovani per dare uno sguardo al mondo degli energy drinks di cui ci sono diversi fans tra gli utenti del forum. Torpedo, ACT Energy, Red eye, sono tanti i marchi, un fenomeno incredibile di crescita quello del settore degli sport/energy drink, che in quattro anni ha visto un raddoppio dei consumi. In Italia come in altri stati c’è un leader incontrastato, che detiene il 97% del mercato e che, negli ultimi dieci anni, con i suoi investimenti pubblicitari, ha reso il prodotto familiare non solo tra i giovani. Se viaggi in autostrada te lo trovi in ogni autogrill sul bancone. Proposto come energizzante e come un aiuto per stare svegli se si devono affrontare molti chilometri di guida. Di chi stiamo parlando? Bravi avete indovinato! Dell’ austriaca Red Bull. E’ disgustosa, imbevibile -lo dicono in tanti- un sapore di medicinale, costa cara, ma ha successo. La diffusione maggiore è tra i giovani e chi frequenta le discoteche. I giovanissimi, la consumano mixata a superalcolici. Si chiede Fabio, uno dei curatori del blog di Bar.it da dietro il bancone: Perché un barman deve sempre preparare dei miscugli indecorosi solo perchè il cliente ce lo ha chiesto e ce lo paga? Continuiamo quindi il viaggio tra mode e tendenze del food&beverage alla maceratese. Dopo gli “shots” e il “calzolaro”, parliamo della diffusa abitudine di utilizzare energy drinks per preparare diversi cocktails anche nei locali di Macerata.

Qualche nome dei cocktails in cui la Red Bull è mixata con vodka o altri alcolici? Bull Doc, Buffalo Bull, Bullone, Sitting Bull, Bull Dozer, Jingle Bull. Ma cosa c’è dentro la Red Bull? tra gli ingredienti troviamo taurina, caffeina, guarana, e altri composti i cui livelli non sono specificati sulla confezione. Tre anni fa la pubblicità della Red Bull è stata dichiarata ingannevole in Italia e l’autorità garante in particolare si è soffermata sull’assenza di indicazioni rivolte ai consumatori e sull’invito degli slogan pubblicitari a consumare la Red Bull con alcolici con il seguente claim: “Adatta sia liscia che ghiacciata come base di cocktail, Red bull vodka, gin e ghiaccio…”All’azienda è stato richiesto di fornire indicazioni di eventuale letteratura scientifica sulle caratteristiche e proprietà degli ingredienti del prodotto, nonché copia di eventuali test e studi effettuati sul prodotto. Si è ritenuto che il messaggio, in virtù dell’omissione circa l’avvertenza di non consumare il prodotto in associazione a alcool o tabacco, avrebbe potuto indurre i consumatori a trascurare le normali regole di prudenza e vigilanza con pericolo per la loro salute e si è deliberato che il messaggio pubblicitario diffuso dalla società Red Bull S.r.l., costituisse, una fattispecie di pubblicità ingannevole e ne è stata vietata l’ulteriore diffusione. La tendenza all’uso di mixare la Red Bull con alcolici è molto diffusa anche in altri stati. Dalle nostre inviate speciali Mariana e Paula, ci arrivano aggiornamenti sulle limitazioni all’uso di alcolici mixati con gli energy drinks in Argentina. Per le stesse motivazioni già descritte e per gli effetti negativi sulla salute, a Cordoba, si è deciso di vietare la vendita di queste bibite ai minori di 18 anni. La Red Bull ha fatto ricorso, senza successo. A Buenos Aires, è stata presentata una legge che vieta la vendita di bibite energizzanti nei locali notturni.Nonostante queste notizie, la Red Bull continua a incrementare il fatturato, l’anno scorso ha conquistato gli USA con l’acquisto della squadra dei Metrostars. Milioni di lattine e centinaia di cartelloni pubblicitari hanno invaso New York. Gli USA hanno un mercato particolarmente attivo per gli energy drinks. Un caso di successo particolare è quello della Monster Energy che ha visto l’azienda produttrice Hansen Natural sbancare l’indice Nasdak a colpi di provocanti spot pubblicitari. E’ forse anche per questo che non si è fatta attendere la reazione della Coca Cola che ha lanciato Relentless, un nuovo energy drink con l’obiettivo di contrastare proprio il mercato della casa austriaca e delle altre concorrenti. In Europa Relentless è arrivata, per il momento, solo in Inghilterra. Se vedrete tra qualche mese una lattina con un liquido verde, una dimensione doppia rispetto a quella della Red Bull, con una razione maggiorata di caffeina e l’avvertenza “non adatta alle donne in gravidanza” è lei Relentless, la rivale statunitense della Red Bull.


by giovi

Annunci



aprile: 2006
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 47,188 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: