La missione archeologica maceratese a Adrianopoli

February 18, 2007, 3:48 pm

Ho accolto l’invito di Andrea e puntuale ieri pomeriggio alle 17.30 ero seduta nella saletta a pianterreno del Castello Svevo di Porto Recanati per ascoltare la conferenza “Nuove acquisizioni dagli scavi di Adrianopoli (Albania)”, organizzata dalla sede locale dell’Archeoclub. Il relatore è stato il Dr. Matteo Tadolti, un giovane archeologo di Porto Recanati che si è laureato all’Università di Macerata. Il Dr.Tadolti ha parlato della sua esperienza in Albania dove ha partecipato alla campagna di scavi archeologici del teatro della città romana di Hadrianopolis (“Sofratike”) nella valle del fiume Drino. Al progetto partecipano diverse istituzioni, tra cui la Regione Marche, l’Università di Macerata, l’Università di Camerino e il Comune di Urbisaglia. La missione è svolta nell’ambito del Progetto archeologico ‘Tau’ Teatri antichi uniti, ed è finanziato anche dal Ministero degli Affari esteri. Tra i docenti dell’ateneo maceratese vi sono il Prof. Gianfranco Paci, direttore del Dipartimento di Scienze archeologiche e storiche dell’antichità, e il Prof. Roberto Perna. Oltre ai partners italiani vi sono l’Istituto archeologico dell’Albania e l’Istituto dei monumenti culturali albanesi. Il Dott.Tadolti ha mostrato i risultati acquisiti e le tecniche impiegate durante le settimane trascorse nel sito archeologico allo scopo di creare un archivio di documenti sui resti del teatro della città di Hadrianopolis, città romana dell’Epiro, che venne verosimilmente sommersa dalle alluvioni del fiume Drino. Il teatro, fu riportato alla luce per la prima volta negli anni ’80. Il sito archeologico si trova in prossimità della moderna città di Gjirokastro, uno dei luoghi d’interesse culturale “patrimonio dell’Unesco”. Uno dei problemi che si sta cercando di affrontare è quello degli allagamenti poiché il fiume Drino periodicamente tracima e allaga la valle coprendo regolarmente il teatro. Quando si ritira, circa due metri di fango coprono i resti e quindi le ricerche si possono condurre solo in certi mesi dell’anno. Fino ad oggi sono stati fatti dei rilievi cartografici e geologici che saranno di utilità anche in futuro per la popolazione locale. Si è proceduto anache alla catalogazione botanica delle piante e erbe che crescono tra le pietre del teatro allo scopo di comprendere se esse potranno costituire un pericolo per il degrado del teatro. Lo scopo della missione non è solo culturale, ci si prefigge di promuovere anche scambi e formazione di personale albanese specializzato nel settore archeologico con l’obiettivo di sviluppare il settore turistico-culturale della valle del Drino. In quest’ottica, infatti, tre studenti albanesi stanno partecipando ora alla campagna di scavo nel sito romano di Urbisaglia.

Il prossimo 1 Marzo 2007, all’Università di Macerata verrà presentata una pubblicazione, una monografia intera dedicata agli scavi di Hadrianopolis e ai risultati ottenuti fino ad oggi.

Fonte immagine StudioTorresi.it

by giovi


febbraio: 2007
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Piscina,agriturismo il Frutteto

gianna e silvia

da Montalto (MC)

Altre foto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 44,880 visite

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: