Le Marche tra BIT e Italia.it

March 1, 2007, 2:29 pm

Dopo la presentazione al BIT, sono accadute tante cose e una valanga di critiche si è abbattuta sul portale Italia.it. Non ne parlano i giornali, che strano, fatta eccezione La Stampa, ma c’è stata una vera mobilitazione in rete ed è nato anche un blog in cui si ricostruiscono la storia, i ritardi e si raccolgono segnalazioni su vari aspetti tecnici, sull’accessibilità e sui contenuti. Il blog ospita anche i contributi di alcuni volontari che hanno letto con cura i testi di regioni e province, mettendo in rilievo imprecisioni e errori grossolani, non solo di ortografia. Per ora si trovano le revisioni, a volta anche ironiche anche se a pensarci bene, c’è ben poco da ridere, delle regioni Liguria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giuliae Lombardia, Toscana, Trentino Alto Adige. Ho deciso di dare uno sguardo piu’ approfondito ai testi riguardanti la regione Marche e le province marchigiane.

Cominciamo da dove si trovano le Marche? leggiamo: Regione dell’Italia centrale bagnata dal mar Adriatico che si trova alla stessa longitudine di Umbria e Toscana.

Che ne dite se scriviamo latitudine al posto di longitudine?

Scommetto che i testi della prima pagina della regione Marche del portale Italia.it sono stati scritti in gran parte da qualcuno che ama il pesarese sfrenatamente e conosce al massimo il Golf Club di Sirolo, non si spiega altrimenti perché si riporti questo testo che fa cadere nel dimenticatoio le altre province marchigiane. E ricordate? Per Italia.it sono solo quattro, Fermo non è menzionata. Giudicate voi:

Camera con vista Una regione in cui è riassunta la storia e il patrimonio artistico-culturale di tutta l’Italia. Le Marche, con la sua natura ricca e rigogliosa e un mare pulito e cristallino, offre al turista alla ricerca di pregevoli tenute di charme le occasioni giuste per trascorrere le proprie vacanze o anche un week-end veloce quanto ritemprante. Ville, castelli, palazzi e tenute di campagna immerse nel verde di Urbino, Montefeltro, Pesaro, Fano… Un esempio? Alberghi ricavati da antiche abbazie dell’undicesimo secolo situate sul promontorio del Conero, all’interno dell’omonimo parco regionale, a due passi da un esclusivo Golf club. Oppure, in alternativa, si può pernottare a Urbino, circondati dalla storia raccontata da un antico complesso religioso del 1300, davanti a Palazzo Ducale e il Duomo, in piazza Rinascimento.

Nella sezione Da vedere troviamo: Una lunga distesa di sabbia impalpabile e dorata come il velluto, circondata da acque cristalline e profumi di macchia mediterranea. È la “spiaggia di velluto” a Senigallia, meta ambita e nota in tutto il mondo, ricca di stabilimenti balneari, bar, ristoranti, pizzerie, discoteche ma soprattutto fregiata della prestigiosa “Bandiera Blu” per la limpidezza e la pulizia delle sue acque. Dunque, dunque, la macchia mediterranea direi che la troviamo piu’ a Sud lungo la riviera del Conero. E le altre Bandiere Blu come Sirolo e Numana? Dove le mettiamo?

Non ci rassegnamo, vediamo cosa c’è nella sezione Da non perdere: Troviamo il Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Entriamo dentro il link e arriviamo su una pagina Error. Ma come è possibile? eppure i testi ci sono sui Sibillini se andiamo nella sezione Montagna, nella quale, viene indicato perfino il Monte Conero (e vabbè, sono 572 m), insieme ai Sibillini, ma ci si è dimenticati del Montefeltro, il Monte Nerone (1525 m), per fare un esempio o il monte Carpegna (1415 m).

E occorre fare un ripasso di geografia, che differenza c’è tra colline e montagne? Il Montefeltro con cime superiori ai 600 metri, è giusto includerlo tra le colline?

Andiamo al Mare.Ora in contrasto con sopra, sembra che le Marche offrano Solo la Riviera del Conero. Escluse le spiagge a Nord come Senigallia, Gabicce o quelle a Sud (Porto Recanati, San Benedetto del Tronto… ecc.).

Passiamo a dare uno sguardo alla sezione Natura: Aree Naturali Protette. Si cita solo il Parco dei Sibillini. E le oasi? e gli altri parchi e aree protette? Il Parco Naturale del Monte San Bartolo. il Parco Sasso Simone e Simoncello? solo per citarne un paio?

E se volessimo fare un pò di sport nelle Marche? cosa troviamo? solo sci e equitazione negli ippodromi. Ma non si era detto che c’è anche il campo da golf sul Conero? E la vela e altri sport da praticare in estate?

In che Università studiare nelle Marche? Qualcuno corregga per favore. Istituiti? meglio Istituti. Vediamo cosa dicono: Università degli Studi di Ancona. Nota anche come Università Politecnica delle Marche (Per la verità è questo il nome corretto da alcuni anni)”> Sono presenti le facoltà di Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Chirurgia, Scienze.

E le sedi distaccate? Non se ne fa cenno, mentre si citano quelle dell’Università di Camerino. E di quest’ultima si indicano anche i numeri di telefono, inspiegabilmente delle altre università non ce n’è traccia.

Le pagine dell’ Enogastronomia, sono una vera tristezza. Avete mai mangiato il cirignolo? E conoscete il Balsamo di Cagliostro? Se ci viene la curiosità di guardare dove andare per cercare i Prodotti tipici sembra che si trovino solo ad Ascoli, da Tempera Olive. Vendita diretta di olio extravergine e di olive: verdi e nere, piccole e grandi (per preparare le olive alla ascolana, in salamoia. Prima e seconda scelta, Anche prodotti tipici del piceno (salumi, vini, liquori), tutto a prezzi convenienti.

Tra i prodotti della regione si cita la mela rosa ma si è dimenticato di citarne altri come i marroni del Montefeltro e della Laga. Non c’è traccia del vino cotto, ma si cita il Caffè Borghetti che non è piu’ prodotto da molto tempo nelle Marche.

Facciamo un giro tra le province. Partiamo dalla provincia di Pesaro. Pesaro e Urbino rappresentano cingiuntamente uno dei quattro capoluoghi provinciali delle Marche. Cingiuntamente?

In Provincia di Ancona ci sono come prodotti tipici lo stoccafisso e il mòsciolo, si possono gustare soprattutto grazie alla fitta rete di agriturismi che offrono vino, olio e cibi tipici.

Ma come? e tutti i ristoranti della provincia anconetana? ce li siamo dimenticati?

La stagione ideale per visitare la provincia di Macerata? Per i curatori del sito è l’estate. Perché escludere le altre stagioni? I Vini Doc mceratesi sono il Bianco dei Colli Maceratesi, il celebre Verdicchio di Matelica (anche spumante) e il Vernaccia di Serrapatrona. Ma la Vernaccia non è una DOCG?

Edit:Serrapatrona?

E arriviamo ad Ascoli Piceno:Dalle facciate delle sue case d’impianto medioevale all’antico reticolo di vie e sentieri che la compongono, Ascoli Piceno è città d’arte, di cultura e di forti tradizioni.

Ma veramente ci sono i sentieri ad Ascoli Piceno?

La lettura continua, non c’è che dire, una gran confusione.

Fonte immagine:bit.expocts.it


by giovi

1 Response to “Le Marche tra BIT e Italia.it”



  1. 1 Ancona e le Marche su Italia.it « NotOnlyCurriculumVitae Trackback su 1 gennaio 2012 alle 23:56
Comments are currently closed.



marzo: 2007
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Piscina,agriturismo il Frutteto

gianna e silvia

da Montalto (MC)

Altre foto

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 44,849 visite

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: