Marco Massimo Bastò, l’ultimo gladiatore

May 30, 2007, 2:16 pm

…Così sicuro di sè da potersi permettere di combattere con gli occhiali da sole.
Image
Fotomontaggio realizzato dalle nostre artiste argentine Mariana e Paula per la prima collaborazione tra CM e Homoblog.

Nome: Marco
Cognome: Guadagnoli
Data e luogo di nascita: 7 ottobre 1983, Macerata

Professione: studente (ci provo) laureando (finalmente) in discipline della mediazione linguistica di Civitanova
Due aggettivi per autodefinirti:
direi due aggettivi agli antipodi ed estremi. Serio e un pò pazzo. Riesco ad essere pazzo pur mantenendo un pò di serietà e viceversa. (Tanto per la cronaca anche permaloso, eh eh).

Image
Nella sua Fiastra.

Qualcuno sostiene che sei uno dei migliori chitarristi di Macerata, concordi?
Naturalmente si, ah ah! A parte gli scherzi, se parliamo di chitarristi giovani, fino ai 25 anni, probabilmente potrei battermela con quasi tutti, poi ci sono chitarristi più grandi e esperti di me con cui non c’è storia. Sono stato definito così anni fa perché diciamo sono stato uno dei primi giovani a Macerata a proporre un certo stile di musica e di chitarrismo virtuoso. Comunque non dimentichiamoci che ho vinto il premio miglior chitarrista al disco d’oro. Ebbene si, sono il miglior chitarrista della sagra de lu ciammellottu!

Oltre a te chi sono i più bravi in città?

Di giovani non mi viene in mente nessuno al momento che mi abbia lasciato a bocca aperta. I primi che mi vengono in mente sono chitarristi esperti come Solarino e Nazzareno Z. (non mi ricordo il cognome ma è quello che lavorava da Principi e suonava con i Meridiano Zero), che sono comunque chitarristi con uno stile completamente differente dal mio.

Da quanto tempo suoni, quali sono i tuoi generi musicali, i tuoi gruppi, e i tuoi chitarristi preferiti?
Suono da quando ho 10 anni, quindi sono quasi 14 anni. Io amo il classico heavy metal di Iron Maiden, Judas Priest e Metallica e l’hard rock anni ’70 di Deep Purple, Black Sabbath. Credo di avere una buona preparazione in materia, perciò ora ho citato solo i gruppi più conosciuti altrimenti non basterebbero 10 pagine. I miei chitarristi preferiti sono Paul Gilbert (Mr.Big), Yngwie Malmsteen, Jason Becker, Zakk Wylde, Ritchie Blackmore. Diciamo sono i chitarristi ai quali ho cercato di rubare qualche tecnica… :)

Image
Sul palco con i Liwing Wreck.

E’ vero che dalle nostre parti non è facile trovare posti dove suonare? Secondo te quali sono gli ostacoli?
Non è facile? E’ impossibile direi! Ormai con l’avvento dei dj sono sempre di meno i locali che propongono musica live. Il dj costa di meno di un gruppo, occupa meno spazio, fa meno casino e fa la musica che dice il locale. Con i gruppi, se il locale non è adatto, ci possono essere un sacco di problemi a livello di suono e di spazio e il pubblico non sempre apprezza un pò di rumore in più! Anche qui si potrebbe aprire un parentesi sul pubblico Maceratese, forse uno dei peggiori pubblici. A parte gli scherzi, qui sono tutti buoni a criticare prima di fare i complimenti. Puoi anche fare il miglior concerto della tua vita ma la prima cosa che ti dicono “ma la voce si sentiva poco!”, “quella canzone non è così”, “il suono era brutto”. Ho suonato di recente a Forlì e posso assicurarti che nonostante ci sono stati errori durante il concerto, erano tutti li a ballare e cantare e a chiedere il bis alla fine, cosa che succede raramente qui.

Da quanto tempo suoni con i Living Wreck e con quali altre band hai suonato?
Con i Living Wreck suono ormai da quasi 5 anni, precedentemente ho suonato con gli Ancient Sky per circa 3 anni, con i Release per altri 3 anni e con molte altre band della zona con le quali qualche soddisfazione me la sono tolta, perché, nonostante fossi molto giovane all’epoca (ho cominciato a suonare dal vivo a 13 anni) ho suonato in davvero molti posti sia della provincia che della regione. Bisogna pure dire che 10 anni fa, non c’erano tutti questi gruppi a Macerata perciò la possibilità di suonare era molto superiore.

Image

Cosa ti piace e cosa non ti piace della città di Macerata?
Macerata è sicuramente una delle città più benestanti e tranquille d’Italia. Si sta bene, si vive bene, e per quanto se ne dica, ci sono molte belle ragazze! Forse è questa tranquillità che ci rovina un pò. Se me l’avessi chiesto 2 anni fa ti avrei detto un sacco di cose negative in più ma avendo visto come se la passano da altre parti d’Italia, ti dico che non abbiamo granchè da lamentarci. Se qualcuno si fa problemi per le donne di Macerata (e io ero uno dei primi a farmeli fino a tre anni fa) è solo perché non si da da fare per cercare di cambiare la propria situazione e sta li a lamentarsi tutto il tempo senza far niente. Se qualcuno si annoia perché ci sono pochi locali, è solo perché non gliene va di prendere la macchina e farsi qualche chilometro in più e arrivare lungo la costa marchigiana dove ci sono tantissimi bei locali.

Quali sono per te i tre locali più belli della provincia?
Rock Away, Babaloo, e Cayo Coco. Ma nei dintorni, anche fuori provincia, ci sono molti altri chalet che aprono d’estate come il Nero di Sole e il Bounty che sono davvero carini.

Quali sono i comportamenti di una ragazza che proprio non sopporti?
Oddio, quando se la tira naturalmente. Sono molto orgoglioso come tipo perciò se una prova a tirarsela con me passa poco tempo prima che mi giri dall’altra parte e la mandi a fan…. eh eh!

Due aggettivi per definire le ragazze maceratesi? E due consigli per loro?
Belle ma oche! Non sono molto propense al dialogo ad un primo approccio. Bisogna lavorarci molto prima di ottenere qualcosa ma…in fondo a chi piace quando è tutto troppo facile? Siamo masochisti, ce gusta penà, eh eh! Il consiglio naturalmente è di non andare in giro col paraocchi e accennare una faccia anche sorridente e simpatica ogni quando le incroci in giro. Alcune ragazze maceratesi hanno lo straordinario potere di non guardarti mai in faccia anche se le incroci in un rettilineo di un chilometro. Vanno dritte con il muso lungo e sguardo basso. Siate un pò più sorridenti e simpatiche e meno acide.

Image
Il Gladiatore si disseta in un momento di relax.

Tre oggetti che porteresti con te in un’isola deserta?

Una chitarra, un ipod pieno di musica e del cibo…(hai parlato di oggetti…la donna vale come oggetto? eh eh)

Puoi spiegare a tutti l’origine del soprannome Bastò?

Sono più di 10 anni che porto questo soprannome con me, mi ricordo che me lo diede il mio amico Lorenzo (Pimpì) e sinceramente non ricordo il motivo, forse c’era un programma comico all’epoca che diceva questa parola ma non ne sono sicuro. Comunque ci può stare pure che mi sia stato dato per il fatto che all’epoca ero moooolto magro e alto, come un Bastone, eh eh!

L’utente del sito che non hai ancora incontrato e ti piacerebbe conoscere?
Penso di aver conosciuto quasi tutti quelli con cui ho scambiato almeno due battute nel sito. Quelli che non ho conosciuto è perché non ci ho mai parlato e probabilmente non conosco nemmeno l’esistenza. Se ci sarà l’opportunità di conoscere persone nuove ben venga. Ho già fatto delle bellissime conoscenze in questo sito.

La ragazza più bella del sito?

Beh, sarebbe scontato se dicessi Lucia (la mia ragazza) perciò non dico Lucia, ah ah!! Concordo con Michele, Georgia (che forse conosciamo solo io e lui).

Image
Lucia e Bastò.

Paragona tre utenti del sito a tre personaggi famosi.
Questa è tosta…
Allora direi: Guido a Simone Cristicchi (per le somiglianze fisiche naturalmente);
Zak al commissario Montalbano;
Orso Tom a Diego Abatantuono dei tempi cotonati, ah ah ah!

Il tuo pensiero sulla politica? Destra o sinistra?
Sto cercando di sviluppare il mio pensiero politico ma ancora non riesco bene a definirmi politicamente. So che odio ogni tipo di estremismo, sia di sinistra che di destra, e odio i clichè. Non mi piacciono le persone che sbandierano dei pensieri e dei modi di vita come se fosse una moda da seguire. Per esempio è odioso vedere tutti quei ragazzini che vanno in giro con la maglia del Che e con falce e martello disegnata sugli zaini senza sapere neanche chi sia.

Il tuo sport preferito, la tua squadra del cuore e il tuo idolo sportivo?
Mi piacciono tutti gli sport in genere. Ho giocato per ben 8 anni a baseball (a Macerata, strano è?) ed è uno sport davvero fantastico, naturalmente mi piace il calcio e sto godendo come un pazzo per la vittoria del Milan in Champions.
Mi piacciono molto anche il tennis e la pallavolo. Pratico molta palestra e mi diverte davvero molto. Non dimentichiamoci poi dello sport più estremo che esista, il biliardo, ah ah, ah!

Cosa ti ha divertito di più nel girare il film “il Ginepraio”?

E’ stata un’esperienza nuova. Devo dire che non ho avuto molti problemi a stare davanti la telecamera. Non mi dispiace essere al centro dell’attenzione, come ad esempio quando suono dal vivo. Ci vuole solo un pò di faccia da c..o. Davvero divertente e devo dire che il risultato del film è stato davvero notevole. Naturalmente è stato molto divertente anche scrivere tutte le canzoni per la colonna sonora, cimentarsi con generi musicali per me completamente sconosciuti, e registrare il tutto.

Ci anticipi il tuo personaggio nella prossima pellicola…
Ho avuto anche io solo un piccolo anticipo sul mio personaggio, credo che comunque si tratti sempre di un personaggio “cattivo” (dicono mi riesca bene), ma stavolta mi vedrete anche in vesti diverse.

Infine la domanda del pubblico: cosa pensi dell’Università Macerata-Civitanova, la consiglieresti ad uno straniero per un soggiorno Erasmus?
Io la consiglierei vivamente, per vari motivi come ad esempio il fatto che, non avendo la macchina uno studente Erasmus, può muoversi tranquillamente a piedi e trovare tutto quello che vuole. Ho conosciuto molti ragazzi/e Erasmus gli anni passati e non ne ho trovato uno scontento di quello che Macerata offre. Anzi, molti sono addirittura tornati a Macerata dopo la scadenza della borsa di studio Erasmus. Altri motivi sicuramente il cibo (che non è cosa da sottovalutare) e le persone del posto sono molto cordiali nei confronti della gente straniera, eh eh!

by Matteo Zallocco

Annunci

maggio: 2007
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

CM Reporters

Giovi, Matteo Zallocco

CM Photo Album

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a questo indirizzo e saranno subito rimosse.

Statistiche

  • 48,011 visite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: